A mia madre - un meraviglioso canto sulla madre ed Assergi - di Angelo Zaccagnini -

Cari amici di "Assergi Racconta", Eugenia Vitocco, che vive in America e ci delizia con le sue riflessioni sul suo paese natale...Assergi, ci ha inviato In memoria di colui (ANGELO ZACCAGNINI) che lo ha scritto questo meraviglioso canto sulla madre ed Assergi, 7-5-68:

A mia Madre

     Il mio paese sI adagia come un nido in un'ampia valle circondata dalle piu` alte vette della catena degli Appennini e ammantata da una volta celeste in cui le stelle brillano piu` che altrove. In questo nido, il mio cuore incomincio` a battere e ad amare.
     Fu quando riuscii a guardare e a distinguere il caro volto che sorridente mi si avvicinava per suggerirmi la prima e piu` dolce parola <> che nacque il primo grande amore. Fu allora che io allungai la manina per toccare quel viso, per prendere il suo sorriso e il dolce suono della sua voce.
     Piu` tardi, quando riuscii a mettere il capo fuori di casa e a sugguardare alla sfuggita quelle cose grandiose che si elevano lassu` fino a confondersi con l'azzurro, il mio cuore sussulto`, ebbe paura, perche` non riusciva a contenerle, era ancora troppo piccolo! Ma ormai quelle Montagne e quell'Azzurro si erano scolpiti nel mio cuore ingrandendolo, e innalzando il mio spirito fino a quelle altezze supreme! E, passato il primo periodo di sbigottimento, io allungai ancora la manina per toccare quelle Vette e quell'Azzurro e ripetei, cosi`, il gesto che avevo fatto verso il caro volto di Mamma.
     Mamma, Montagne, Cielo furono le immagini che per primo si scolpirono nel mio cuore ed accesero nel mio spirito un'ardente fede verso il Sommo Creatore. Da quelle immagini, come da sorgenti inesauribili, io trassi, sempre e dovunque, rispettivamente l'amore per amare, la forza per lottare, la fede per per credere.

UN FIGLIO DI ASSERGI E DEL GRAN SASSO - ANGELO ZACCAGNINI



Condividi

    



Commenta L'Articolo



08-12-2015 - Bellissima testimonianza di un assergese che non dimentic˛ mai il suo passato e le sue origini. Grazie a Eugenia che ha portato lontano quel ricordo e lo ha riproposto all'attenzione di tutti . Buon Natale Angelo Acitelli !!!

acitelliangelo