Definito il programma dell’International School of Space Science Spazio-al via corsi per ricercatori

Il consiglio scientifico dell’International School of Space Science, diretta dal professor Umberto Villante dell’Università dell’Aquila, ha definito il programma di attività per il 2016 prevedendo due iniziative di grande interesse scientifico rivolte principalmente a dottorandi e giovani ricercatori. Nel mese di giugno si svolgerà il corso “Ground and space-based instruments for future research in Solar-Terrestrial physics”, diretto dai professori Berrilli dell’Università di Tor Vergata, Jefferies della Georgia State University e Scotto dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Il corso offrirà un approccio interattivo alle tecniche computazionali e sperimentali che saranno applicate agli osservatori a terra e ai satelliti di nuova generazione per lo studio della Fisica delle relazioni Sole-Terra. Scienziati e tecnologi altamente qualificati offriranno un quadro d’insieme delle tecniche sperimentali attualmente utilizzate nell’osservazione e previsione dell’attività solare, dello Space Weather e delle condizioni nella magnetosfera e ionosfera. Nel mese di settembre è previsto il corso “Planetary Interiors” diretto dai professori Iess dell’Università di Roma “La Sapienza”, Pecorella di Thales Alenia Space e Van Hoolst dell’Institute of Astronomy Bruxelles. Entrambi i corsi si svolgeranno al Gran Sasso Science Institute nel quadro di una collaborazione tra tale struttura e l’International School of Space Science.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo