Novità in libreria - L’adultera

   È già negli scaffali delle librerie d’Italia, per la casa editrice Elliot di Roma, la ristampa del libro “L’adultera” della scrittrice aquilana Laudomia Bonanni, tra le più grandi del nostro ‘900 letterario.
   Grazie alla volontà della famiglia unica erede delle opere della scrittrice, ritorna alla luce il romanzo che nel 1964 entrò nella cinquina del prestigioso Premio Campiello e che nell’anno seguente ebbe il riconoscimento internazionale con l’uscita in Francia per la casa editrice Albin Michel.
   La critica di questi giorni sembra continuare il felice esordio di quegli anni quando i maggiori quotidiani intitolavano: «materia sconcertante, dolorosa, aggressiva» (Ferdinando Giannessi), «uno dei racconti più felici della narrativa di questi anni» (Giovanni Titta Rosa), «libro eccellente» (Luigi Baldacci), «una vicenda forte e robusta» (Walter Mauro), insieme a decine di altri.
   È un libro forte, sicuramente aggressivo per il tempo dell’esordio, in cui il viaggio in treno di Linda, la protagonista, diviene l’elemento fondante di tutto il tessuto narrativo. C’è un arte di esposizione, una immediatezza di stile che colpisce il lettore nel seguire le vicende di questa donna adultera, inquieta, senza forti spinte passionali, in un intreccio continuo tra i ricordi di frammenti  del passato e gli incontri reali del suo presente, per giungere al tragico appuntamento finale.
   Aldo Capasso definì questo romanzo perfetto e una vera opera d’arte e così noi oggi lo accogliamo a distanza di oltre cinquanta anni dalla sua prima edizione.



 



Condividi

    



Commenta L'Articolo