ESITI AGIBILITA' CAMBIATI DOPO 7 ANNI, TENSIONI ALL'UTR DI GORIANO SICOLI, SI DIMETTE RESPONSABILE

 

GORIANO SICOLI - Tensione in seno all'Ufficio territoriale per la ricostruzione (Utr) numero 7 di Goriano Sicoli (L'Aquila): l'architetto Marco Moca si è dimesso dall'incarico di responsabile tecnico, secondo quanto si è appreso per le marcate diversità di vedute con i vertici dello stesso ufficio e dell'Ufficio speciale per la ricostruzione dei comuni del cratare (Usrc), costituito da 8 Utr in tutto.

Moca che è anche responsabile dell'Ufficio tecnico del Comune di Acciano, ha lasciato l'incarico con effetto immediato in seguito ad una lettera notificata il 9 maggio scorso.

Nella comunicazione, stando a quanto si è appreso, si formulerebbero pesanti accuse.

A commentare le dimissioni è il consigliere di opposizione del Comune di Acciano Cesare Di Giandomenico. "L'architetto è stato in più occasioni oggetto di attenzione da parte del sottoscritto anche in ordine al progetto 6.000 Campanili (taglio degli alberi nella piazza di Acciano). Oggi ho motivo di ritenere che lo stesso architetto si è dimesso dall'Utr 7 per motivi molto rilevanti sotto l'aspetto etico, politico e contabile - spiega Di Giandomenico -. Secondo l'architetto questa situazione non è più tollerabile, ravvisando un eventuale danno erariale nei confronti dello Stato con il cambio di agibilità, o con attribuzione di esiti ove non esistenti, a distanza di 7 anni dal sisma".

Per il consigliere comunale, "la polemica esistente è tra Moca e il titolare dell'ufficio Usrc ed i sindaci dei Comuni fuori cratere in quanto vi sarebbero pressioni e contrasti per l'applicazione della normativa vigente su l'attribuzione e revisione degli esiti di agibilità con una perizia giurata dei tecnici".

 

 

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo