Radio Delta 1 Ŕ tornata in centro storico a L'Aquila

 

 

 

Vent’anni nel capoluogo di regione, sempre presente sulle sue frequenze e con un rapporto diretto e vivace con i suoi ascoltatori. Poi il terremoto, che come è successo a tante altre realtà, ha sradicato Radio Delta 1 dal centro storico dell’Aquila. L’emittente radiofonica che ha sede ad Atessa è tornata in città, domenica l’inaugurazione nella sede ristrutturata di corso Federico II. Non è stato facile trattenere la commozione per Enzo Galante, fondatore ed editore dal 1977, nel presentare la sede rinnovata dell’emittente radiofonica che, con i suoi 400mila ascoltatori settimanali, è la più seguita in Abruzzo. «Abbiamo ricostruito il nostro nido», ha detto, «dopo 7 anni dal terremoto, riprendiamo da dove c’eravamo interrotti». Un rapporto lungo 20 anni quello tra Radio Delta 1 e L’Aquila, con una sede prima in via della Croce Rossa, poi in via Forcella, infine in corso Federico II, all’interno della galleria Irti dove, però, è stata danneggiata dal sisma a pochi mesi dal suo insediamento. Domenica una inaugurazione calorosa e partecipata, con tanti fan e ascoltatori di ieri e di oggi. Un ritorno che testimonia il legame della radio con il territorio, come hanno sottolineato, oltre a Galante, anche il direttore artistico Massimo Di Lecce, il sindaco Massimo Cialente, la senatrice Stefania Pezzopane, e il vice presidente del Csm, Giovanni Legnini, presenti all’inaugurazione insieme allo staff di redazione. Anche se i problemi non mancano, a causa della crisi del mondo dell’informazione, e non mancheranno in una città ancora da ricostruire, la radio resiste, lotta per cercare di mantenere il suo rapporto con la gente. A fare visita alla nuova sede nel giorno della riapertura anche i Metrò, giovane band aquilana. Rinviata a data da destinarsi a causa del maltempo la festa in piazza Duomo.
 



Condividi

    



Commenta L'Articolo