Tempera vince la Corsa del cappello, Assergi al quarto posto

 

 

 

 L'ultima volta che i corridori in maglia verde avevano vinto la Corsa del cappello - Palio paganichese era il 2008. Ieri pomeriggio l'impresa è riuscita di nuovo alla squadra di Tempera, formazione allenata da quel Marco Ruffini che nel 2008 correva nel quartetto vincente e che per le foto di rito di ieri pomeriggio a fine gara ha tirato fuori proprio la maglia di 8 anni fa. Una gara combattutissima che si è svolta sul filo dei secondi, e che ha visto Tempera (Alessandro Alfonsetti, Gabriele Ciuffini, Giovanni Alfonsetti, Alessandro Ciuffini), riuscire a sopravanzare Paganica partita a razzo col primo frazionista, Alessio Panepucci, premiato alla fine per aver realizzato il miglior tempo. Il Paganica in maglia bianco rossa con Alessio Panepucci, Lorenzo Cocciolone, Antonello Anitori, Paolo Cavalcante si è dovuta accontentare della piazza d'onore, mentre al terzo posto gli atleti in giallo rosso di Camarda (Lorenzo Pulsoni, Riccardo Moscardi, Lino Carrozzi, Alessio Tramontelli), hanno regolato Assergi, in maglia blu, (Raffaele Giusti, Roberto Sabatini, Luigi Scarcia, Marco Guetti), i bianco-gialli di Castelnuovo (Fabio Daniele, Aladino Di Marco, Lorenzo Fanale, Marco Daniele) e gli azzurri di Villa Sant'Angelo (Davide Nardis, Matteo Antonini, Lorenzo Priore,Francesco De Michele). A fare da sfondo alla gara la villa comunale di Paganica gremita di pubblico, a premiare lo sforzo dell'associazione La Fenice che ha organizzato la quindicesima edizione delle edizioni moderne della corsa paganichese, la cui tradizione risale però al 1600, quando i giovani si sfidavano lungo le vie del paese e il vincitore veniva premiato con un cappello. Oltre 70 volontari dell'associazione hanno contribuito al risultato della manifestazione, che ha potuto contare sull'aiuto dei carabinieri della locale stazione, degli Alpini Ana di Paganica, la Croce Bianca e lo sci club Paganica per il servizio cronometraggio. La Corsa del cappello è una gara di corsa a staffetta, in cui ogni atleta deve percorrere un giro in un circuito ricavato all'interno di Paganica, a margine della zona rossa che ancora occupa buona parte del centro storico. La formazione locale era stata selezionata nella sfida tra i quattro rioni paganichesi.

di Raniero Pizzi - da Il Centro -


 



Condividi

    



Commenta L'Articolo