Ascensore impazzito, panico in via Monte Cagno

 

 

 

Paura l’altra notte in un condominio di via Monte Cagno, dove ci sono anche gli uffici della Provincia, per un ascensore che è andato in tilt con una persona dentro. L’ascensore, che si era già rotto pochi minuti prima pur continuando a funzionare, è “precipitato” per pochi centimetri a terra all’interno della propria guida. Chi vi era dentro, spavento a parte, è rimasto illeso. Ma sul posto c’è stata una notevole presenza di forze dell’ordine a cominciare da vigili del fuoco, 118 e polizia. Del resto, inizialmente, si era pensato a un incidente dagli esiti molto diversi, visto che si era sparsa la voce che l’ascensore fosse precipitato per due metri. Pochi minuti prima l’ascensore si era improvvisamente fermato con un’altra persona dentro. In qualche modo, però, i condòmini erano riusciti a farla uscire forzando le porte. Un intervento inevitabile che però ha compromesso involontariamente ancora di più il funzionamento dell’elevatore. E chi lo ha utilizzato poco dopo ne ha fatto la spese soprattutto per lo spavento. Si tratta di un ascensore di vecchia generazione che dovrà essere sostituito. Un ascensore nuovo sarebbe stato munito di accorgimenti che, in caso di danno iniziale, avrebbero bloccato qualsiasi funzione.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo