Ritrovata a Chieti la ragazza scomparsa

 

 

 

Le segnalazioni degli investigatori che avevano intercettato il suo telefonino nella zona di Bomba, in provincia di Chieti, erano esatte. Ieri mattina, infatti, Valentina Timoncini, la 22enne che tre giorni fa si era allontanata dalla casa di Cese di Preturo dopo una lite in famiglia, è stata rintracciata a Monteferrante, sempre in quella zona, dai carabinieri. Valentina sarebbe giunta a Monteferrante nel tardo pomeriggio di domenica, ed era sola. Dopo aver vagato per il paese, che ha poco più di 130 abitanti, una signora anziana del luogo l’ha prima ospitata in casa sua e rifocillata e quindi le ha permesso di passare la notte nella sua abitazione. Nella mattina di ieri la notizia della ragazza che era stata ospitata dall’anziana ha fatto il giro del piccolo paese e alcuni, dopo aver visto la sua foto sul Centro, hanno chiamato i carabinieri di Bomba, coordinati dal comandante di stazione Vito Giallorenzo. Valentina apparentemente era in buono stato di salute, ma è apparsa molto contrariata e ai carabinieri ha detto semplicemente: «Non volevo stare a casa». Nel primo pomeriggio, forse per lo stress, ha avuto un lieve malore ed è stata portata precauzionalmente nell’ospedale di Lanciano dove si sono poi recati i suoi familiari per incontrarla. Le indagini per poterla rintracciare, anche se la ragazza non ha commesso alcun reato, sono state svolte dalla squadra Mobile dell’Aquila, diretta da Maurilio Grasso, mentre le ricerche nella frazione di Preturo hanno avuto il coordinamento dei vigili del fuoco che hanno messo in campo una dozzina di uomini mezzi insieme a Forestale e Finanza. Le ricerche erano in corso anche ieri ma poi la notizia della sua presenza a Bomba ne ha imposto la sospensione.



Condividi

    



Commenta L'Articolo