“Il Parco siamo noi”, Forum a Isola del Gran Sasso il 22 settembre

 

 

 

Un forum partecipato per favorire il rilancio di programmi e progetti di educazione ambientale e la creazione di una piattaforma di proposte per le nuove generazioni, nel rispetto delle culture e delle tradizioni del territorio, è stato organizzato dal Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga nella giornata di giovedì 22 settembre al Polo Culturale di Isola del Gran Sasso.

Sono invitati operatori di educazione ambientale, guide alpine ed accompagnatori di media montagna, Guardie Ecologiche Volontarie, Studenti del Master Geslopan dell'Università di Teramo, Operatori Turistici coinvolti nel processo della Carta Europea del Turismo Sostenibile, operatori delle Fattorie Didattiche della CIA, operatori del “Parco in Fiore” e delle Associazioni “Italia Sveglia”: Cittadinanza Attiva, Slow Food, Action Aid, con il fine di un fattivo apporto di idee e proposte strategiche, anche in vista della Conferenza Regionale delle Aree Protette prevista per il mese di novembre.

“Dopo anni di percorsi educativi diversificati, efficaci e fidelizzanti rivolti al mondo della scuola con gli studenti e gli insegnanti, attori privilegiati del cambiamento culturale, oggi diventa utile ridiscutere la proposta educativa dei parchi, che appare sempre più strategica nel quadro delle azioni di conservazione e sviluppo”. Così il Direttore dell'Ente, Domenico Nicoletti, che si dice altresì convinto che proprio “Dall'educazione alla sostenibilità possono scaturire modelli virtuosi e strumenti capaci di influenzare e di indirizzare una più ampia proposta di turismo sostenibile”.

Al Forum , i cui lavori averanno inizio alle ore 10, con il saluto del Presidente dell'Ente, Tommaso Navarra, per proseguire nell'intera giornata, porteranno il loro contributo i tecnici del Parco impegnati in attività di ricerca scientifica e gli operatori dei CEA del Parco. Ampio spazio sarà dato alla partecipazione con la creazione di gruppi di lavoro che puntualizzeranno le tematiche emerse al fine di redigere un documento finale condiviso con gli impegni assunti dal Parco e gli impegni dei partecipanti per il rilancio dell'educazione alla sostenibilità ambientale nell'area protetta. Introduzione e conclusioni saranno a cura dello stesso Nicoletti e del paesologo Franco Arminio.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo