L'Aquila Film Festival: Instructions not included, commedia drammatica sulla paternitÓ

 

 

 

Prima commedia proposta dal L'Aquila Film Festival: Instructions not included del regista messicano Eugenio Derbez
"Da Il monello di Charlie Chaplin in poi, il mondo del cinema ha spesso raccontato storie di paternità improvvise, tanto con i toni della commedia quanto con quelli del dramma. Da parte sua, Eugenio Derbez opta per le tonalità del moderno "dramedy", a metà strada tra l'una e l'altra possibilità, in media alternanza e graduale ascesa dal sorriso al pianto. E, c'è da notare, la precisa declinazione del genere in oggetto, che non lesina certo in momenti di melodrammatica presa, funziona in maniera discreta per il giovane adulto o per il fanciullo smaliziato per quasi un'ora di durata. Se la prima parte, con le trovate legate al personaggio di Valentin, prima playboy pieno di fobie e poi stuntman indisciplinato e capace suo malgrado, procede senza intoppi, l'innesco del dramma vero e proprio, difatti, avvia il racconto verso una coda troppo programmaticamente lacrimosa. Si diceva di quel pubblico di riferimento avvezzo al viraggio drammatico di storie simili, eppure qualcosa scricchiola, come se lo spettatore "adulto" fosse alle prese con una buona occasione sprecata, trattandosi, in definitiva, di un lavoro un po' più in alto della media di genere.
Intorno ad una famiglia monca, composta da un adulto-bambino e da una bambina-bambina, il protagonista-regista costruisce un bric-à-brac in cui si riconoscono le esperienze coloristiche di un Wes Anderson e le invenzioni di stoffa e cartone di certo Michel Gondry, il tutto filtrato attraverso una dimensione produttiva di certo molto più alla buona, ma ugualmente piacevole e funzionale agli sviluppi. È un lavoro generoso Instructions not included, pensato forse come un compendio sul tema della famiglia al cinema, si pensi, a puro titolo di esempio, ai rimandi al burtoniano Big Fish oppure alla deriva in stile Kramer contro Kramer, risolta tuttavia in maniera troppo sbrigativa. Divertente e meno sempliciotto di quanto possa sembrare, è un buon esempio di film popolare messicano di facile esportazione al di fuori dei confini nazionali."

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo