SolidarietÓ di Jemo Nnanzi e alpini alle popolazioni terremotate di Amatrice

 

 

 

 Iniziativa degli alpini Il Comitato organizzatore del raduno aquilano degli alpini per il Battaglione L’Aquila e l’associazione “Jemo ’nnanzi” hanno organizzato un incontro con la sezione del gruppo Alpini di Amatrice per manifestare e confermare la fraterna solidarietà degli aquilani con una comunità dalla quale non si sono sentiti mai distaccati. Una giornata di fratellanza e vicinanza tra due comunità colpite in due distinti momenti dalla stessa catastrofe, alla presenza del sindaco, Sergio Pirozzi, e dell'assessore Bruno Porro. Ad accompagnare i componenti di Jemo Nnanzi, anche gli alpini dei gruppi aquilani Jacobucci e Vaccarelli, il presidente del Comitato che ha organizzato il primo raduno Ricordando il Battaglione Alpini L'Aquila, Maurizio Capri e la sezione Abruzzi rappresentata dal vice presidente Pietro D'Alfonso. «L'abituale festa d'autunno che sin dal 2010 abbiamo sempre svolto nel centro storico dell'Aquila quest'anno abbiamo deciso di farla ad Amatrice - afferma Cesare Ianni di Jemo Nnanzi - Ci è sembrato giusto condividere con gli Amatriciani questo momento di gioia, in un periodo così grave. Il Gruppo Jacobucci ha preparato vin brulè, noi ed il Gruppo Vaccarelli abbiamo preparato dolci». «È stata anche l'occasione per consegnare ai due gruppi alpini aquilani e al Comitato organizzatore di Ricordando il Battaglione Alpini L'Aquila tre scatti inediti opera di tre fotografi aquilani Luca Cardarelli, Domenico Gualtieri e Raniera Patavino». Al capo gruppo degli alpini di Amatrice il Comitato ha consegnato il ricavato della vendita della medaglia commemorativa. Jemo Nnanzi ha donato le ristampe di un libro di canti alpini edito dalla One Group, mentre l'alpino Carlo Iorio alcune felpe con lo stemma degli alpini. «Un momento caratterizzato da forti sentimenti di condivisione del dolore e della situazione - afferma il Comitato organizzatore di Ricordando il Battaglione Alpini L'Aquila - La schiera degli aquilani intervenuta ha trattenuto a stento momenti di forte emozione».

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo