Campo Imperatore, albergo chiuso per guasti

(Da InAbruzzo.com) Un guasto, un problema, possono sicuramente capitare a tutti, specie ad oltre 2.000 metri di altitudine in un edificio vecchio di 70 anni. Capita all’albergo di Campo Imperatore, chiuso da tre giorni per un guasto, appunto, come avverte un avviso che può leggere tuttavia solo chi sale lassù. Tutti gli altri non ne sanno nulla. Di quale tipo di problema si tratti, poi, vuol dire brancolare nel buio: nessuno lo saprà a vorrà spiegare. Come nessuno sa quando la struttura potrà riprendere a funzionare. Così va il turismo nella montagna aquilana, e di mese in mese non migliora di certo. Infatti, se esistessero un’organizzazione turistica, un’autorità turistica, un Centro turistico del Gran Sasso e quant’altro occorre per gestire seriamente, l’utenza sarebbe stata informata con ogni mezzo già dal primo giorno. Sia il gestore dell’albergo che il Centro turistico, oppure il Comune, si sarebbero dovuti dar da fare per avvertire gli sciatori. Invece apprendiamo che le cose stanno come stanno solo da persone che protestano e si lamentano, inviando e-mail non solo da L’Aquila, ma anche da Roma e altrove. per di più oggi nebbione pesante, persone che perdono la strada, piccoli soccorsi qua e là per aiutare e qualche volta soccorrere. La nebbia non è colpa di nessuno. Ma la sciatteria e la cattiva educazione nei confronti dell’utenza e la inveterata, caparbia reticenza del Centro turistico nel rapporto di correttezza nei confronti dei cittadini, sono mali ben noti e radicati.



Condividi

    



Commenta L'Articolo



Categorie News

Cerca nel sito