I CINEASTI ABRUZZESI E I PRODOTTI ENOGASTRONOMICI LOCALI A CAMARDA

 

 

 

 

Continuano le proiezioni della rassegna AGRICINEMA lega proiezioni all’aperto di cinema al piacere di gustare i sapori del luogo.

 


AGRICINEMA promuove il FESTIVAL “CINEASTI D’ABRUZZO”, ideato e curato da
LEONARDO PERSIA, che ha l’obiettivo di far conoscere i talenti locali al pari delle specialità enograstronimiche.
Ancora una tappa nei Progetti C.a.s.e. dell’aquilano, con l’obiettivo di aiutare il processo di ricostruzione sociale e sanare le ferite dello sdradicamento della popolazione nel post terremoto del 2009.
Il cinema si lega alla cucina già dalla terminologia legata al gusto: si parla di “un buon film” come un di “un buon piatto”, si dice che una pellicola è ben imbastita o un soggetto ben cucinato o
speziato. Il cibo spesso definisce anche i filoni cinematografici, si tratti dello “spaghetti western”, del “krauti horror” o del “cinepanettone”. Saranno presentati film di registi portanti nei festival nazionali e internazionali che con coraggio hanno perseguito una propria identità artistica, senza cedere a compromessi commerciali. Il Festival ha lo scopo di far conoscere all’Abruzzo i propri talenti. DOMENICA 27 AGOSTO LʼAQUILA Localitaʻ CAMARDA Piazzale Sala Polifunzionale:
ore 20,00 cena con prodotti tipici locali Ristorante - Casa Elodia - Camarda
ore 21,00 presentazione del film a cura di Leonardo Persia ore 21,30
ore 21,30 film: SPIRA MIRABILIS (2016) di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti (121’) ospiti: gli autori
LA TRAMA: SPIRA MIRABILIS E’ UN LUNGOMETRAGGIO PRESENTATO ALL’ULTIMO
FESTIVAL DI VENEZIA. IL FILM RAPPRESENTA UN PERCORSO DI RICERCA CINEMATOGRAFICA ORIGINALE CHE SI RINNOVA, COSÌ COME AVVIENE PER LE PICCOLE MEDUSE PROTAGONISTE. APPARTENENTI ALLA SPECIE DELLA TURRITOPSIS, LE MEDUSE RINASCONO OGNI VOLTA UGUALI A SE STESSE, MA OGNI VOLTA MUTATE.


 

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo