La foto a 28 donne e un solo uomo al congresso di fisica ribalta la foto di Marie Curie a Solvay

 

 

 



A novant'anni dalla celebre foto che ritraeva 28 scienziati e una sola scienziata (Marie Skłodowska Curie) scattata a margine del Congresso di Solvay nel 1927, l'Università di Trento e la Società italiana di fisica la ripropongono a ruoli invertiti. A essere ritratte stavolta sono state 28 fisiche italiane, e un solo fisico, in un'iniziativa collaterale al 103/o congresso della Sif di Trento. Lo scopo è sensibilizzare sull'importanza di rendere visibili le tante donne che già lavorano nel campo della fisica in Italia. E per incoraggiare la diffusione di modelli femminili per quanto riguarda gli ambiti scientifici.

L'iniziativa ha concluso una mattinata dedicata alla riflessione sulle carriere scientifiche delle donne, che si è svolta in occasione del congresso.

La foto del 2017 è molto più vivace della sua “antenata” del secolo scorso, e non solo grazie al colore: infatti le espressioni serie e gravi degli eminenti scienziati degli anni ’20 vengono rimpiazzate dalle facce sorridenti e rilassate delle nostre fisiche contemporanee. Saletti infatti conferma che “sia noi organizzatori che tutte le partecipanti ci siamo divertiti moltissimo: a dire il vero avremmo voluto che la foto fosse ancora più precisa, ma purtroppo stava per iniziare a piovere forte, quindi abbiamo dovuto sbrigarci!».

Questa bella iniziativa è dunque riuscita a sposare un profondo rispetto per la storia della fisica con una sobria presa di coscienza dei problemi ancora da affrontare. Chissà se, in futuro, anche la foto di Trento non rappresenterà il ricordo di un periodo ormai superato: come conclude Saletti, la speranza è che «forse tra qualche anno, o qualche generazione, la proporzione tra di generi non sarà più così degna di nota».

Clicca sull’immagine per accedere alla versione interattiva.
Crediti: Giovanni Cavulli (foto 2017) e Fabio Gironi (versione interattiva)

Partecipanti alla foto di Trento, 2017: Prima fila, da sinistra: Cinzia Giannini, Anna Di Ciaccio, Guido Tonelli, Monica Colpi, Antigone Marino, Chiara La Tessa, Patrizia Cenci, Luisa Cifarelli, Beatrice Fraboni. Seconda fila, da sinistra: Simonetta Croci, Daniela Calvo, Lidia Strigari, Silvia Picozzi, Alessandra Gugliemetti, Alessandra Rotundi, Angela Bracco, Olivia Levrini, Speranza Falciano. Terza fila, da sinistra: Elisa Molinari, Marina Cobal, Roberta Ramponi, Francesca Vidotto, Silvana Di Sabatino, Silvia Tavazzi, Nadia Robotti, Clementina Agodi, Edwige Pezzulli, Sara Pirrone, Marta Greselin.

Partecipanti alla foto di Bruxelles, 1927: Prima fila, da sinistra: A. Piccard, E. Henriot, P. Ehrenfest, E. Herzen, Th. de Donder, E. Schrödinger, J.E. Verschaffelt, W. Pauli, W. Heisenberg, R.H. Fowler, L. Brillouin. Seconda fila, da sinistra: P. Debye, M. Knudsen, W.L. Bragg, H.A. Kramers, P.A.M. Dirac, A.H. Compton, L. de Broglie, M. Born, N. Bohr. Terza fila, da sinistra: I. Langmuir, M. Planck, Marie Curie, H.A. Lorentz, A. Einstein, P. Langevin, Ch.-E. Guye, C.T.R. Wilson, O.W. Richardson.

.




 



Condividi

    



Commenta L'Articolo