Nei Centri storici delle frazioni Spariscono antichità e radio d’epoca

Invasione di furti in “zona rossa”. Non in quella dell’Aquila, dove i militari fanno ancora buona guardia, ma in quelle delle frazioni, ormai diventate terra di nessuno. Le ultime segnalazioni arrivano da Paganica, dove sono partite numerose denunce contro ignoti. Gli oggetti più presi di mira sono i mobili antichi, cassepanche, tavoli di legno massello e sedie impagliate. Non sono sfuggite ai predoni neanche radio d’epoca a valvole e grammofoni. Ci sono anche ladri più terra terra che arraffano piatti e bicchieri di porcellana, pregiata o meno che sia e pentole di rame, anche decorate e di valore. I malfattori più privi di scrupoli non esitano, inoltre, a portare via interi pezzi di case: non certo le macerie e i calcinacci, quanto stipiti in pietra lavorati, soglie di porte e finestre, perfino scale di marmo. La novità, infine, è il rame delle canaline per l’acqua piovana che viene rivenduto anche a 10 euro al chilo.



Condividi

    



Commenta L'Articolo



Categorie News

Cerca nel sito