«Valorizzare il Gran Sasso» Nasce il sistema turistico locale: aderiscono 23 comuni

Nell’Auditorium di Palazzo Silone prima assemblea dei Soci del «Sistema Turistico Locale del Gran Sasso d’ Italia», che rappresenta 23 Comuni di tre Province e 117 operatori turistici locali. Il Stl del Gran Sasso d’Italia nasce «come forma organizzativa innovativa fondata sul coordinamento dei processi decisionali degli enti pubblici e delle imprese. La Regione interviene in favore dei sistemi turistici locali attraverso l’erogazione di fondi previsti dagli strumenti di programmazione ordinaria e straordinaria». L’area, con 43.414 abitanti, comprende i Comuni di: Arsita, Castelli e Isola del Gran Sasso, in Provincia di Teramo; Barisciano, Calascio, Capestrano, Carapelle Calvisio, Castel del Monte, Castelvecchio Calvisio, Ofena, Santo Stefano di Sessanio, Villa Santa Lucia degli Abruzzi in Provincia dell’Aquila; Brittoli, Castiglione a Casauria, Civitella Casanova, Corvara, Farindola, Loreto Aprutino, Montebello di Bertona, Penne, Pescosansonesco, Villa Celiera, Carpineto della Nora in Provincia di Pescara. Sono stati eletti: Presidente Antonio De Vico, sindaco di Farindola; consiglieri Luciano Mucciante, sindaco Castel del Monte; Concezio di Flavio sindaco di Castelli; Alfonso D’Alfonso, Capestrano; Alessandro Licalzi, Santo Stefano di Sessanio; Romeo Battistella Castelvecchio Calvisio; Corrado Sinistoro, Barisciano; Ludovica Morretti Carpineto della Nora; Maurizio D’Aurelio, Polis Vestina, Penne; Lorenzo Grazian, Agriturismo Le Tre Poiane, Penne; Diego Paoletti, Centro di Spiritualità San Gabriele, Isola del Gran Sasso; Antonello Pescosolido, Gran Sasso Promozione del Turismo, Isola del Gran Sasso; Fiorenzo Sarto, Masseria del Parco, Arsita; Pierfrancesco Galgani, Parco Gran Sasso-Monti della Laga. Revisori: Adriano Marzaro, Maurizio Di Donato, Giovanni Schiappa.



Condividi

    



Commenta L'Articolo



Categorie News

Cerca nel sito