Cani da tartufo vittime di avvelenamento a Camarda


Cani da tartufo vittime di avvelenamento nel territorio di Camarda. Teatro dell’episodio il bosco tra la grotta di marcocci e le coste. La guerriglia tra tartufai viene condotta con bocconi gettati nelle tartufaie nell’intento di mietere vittime tra gli animali addestrati per la ricerca. Forse a colpire è stata la mano di chi vuole allontanare i tanti appassionati, provenienti anche da altre province, che stanno distruggendo le tartufaie del territorio. A farne le spese è stato uno splendido cane di un tartufaio di Camarda.
Gli agenti del Corpo forestale dello Stato hanno iniziato le operazioni di bonifica delle località interessate dall’azione criminale. All’opera sono anche i Nuclei cinofili antiveleno della Forestale dal momento che si ritiene plausibile che possano esserci in zona altri bocconi avvelenati. Nei prossimi giorni, infatti, continueranno gli interventi di ispezione dei boschi, considerando che tutta l’area è intensamente frequentata dai cercatori di tartufi.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo