III FESTIVAL DEL REPORTAGE GIORNALISTICO E DEL CINEMA DOCUMENTARIO DAL (19/22 MARZO)

Si conferma la collaborazione tra il L’Aquila Film Festival e l’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo che, per il terzo anno, organizzano il DOQ Film Festival, il Festival del Reportage Giornalistico e del Cinema Documentario.
L’obiettivo di questa terza edizione del Festival è di esplorare le zone di intersezione tra il lavoro giornalistico e quello documentaristico, potendo da un lato offrire strumenti di crescita professionale agli iscritti all’Ordine e dall’altro mostrare documentari di attualità e non al pubblico aquilano.
I quattro giorni si divideranno quasi simmetricamente: lunedì 19 e martedì 20 prevarranno i temi giornalistici e di attualità, con gli interventi del fotoreporter Danilo Balducci, che racconterà la sua esperienza sulla rotta balcanica mostrando i suoi scatti, e della fotografa Laura Aggio, con i suoi lavori e la sua testimonianza dal Medio Oriente.
Il tema caldo dell’accoglienza dei migranti, invece, sarà affrontato in una conferenza alla quale parteciperanno le realtà locali aquilane (ARCI, Mensa celestiniana e Comitato 3e32) e quella romana di Baobab Experience, per un confronto sulle problematiche comuni, alla quale interverrà anche l’Assessore delle Politiche Sociali del Comune dell’Aquila Francesco Cristiano Bignotti.
Seguirà la proiezione del documentario “Human Flow” dell’artista dissidente cinese Ai Weiwei, già presentato all’ultimo Festival del Cinema di Venezia.
L’attenzione del Festival, poi, si sposterà sul centro-sud America grazie agli interventi del giornalista Valerio Nicolosi e della regista Eleonora Nascimben Gasparotto (diplomatasi al Centro Sperimentale di Cinematografia Abruzzo, ma ormai abituata a girare le periferie del Mondo) che racconteranno e mostreranno le loro esperienze nelle piccole comunità indigene.
La parte più prettamente cinematografica, nei giorni mercoledì 21 e giovedì 22, invece, consiste nelle proiezioni dei documentari “Il senso della bellezza” di Valerio Jalongo e “Alla ricerca di Van Gogh” di Yu Haibo e Yu Tianqi Kiki.
Il primo racconta del grande esperimento, realizzato al CERN di Ginevra, volto all'esplorazione della materia immediatamente dopo il Big Bang attraverso immagini sensazionali e interviste esclusive a scienziati e artisti, che illustra come scienza e arte, in modi diversi, inseguano verità e bellezza.
Il secondo, invece, riprende la storia degli “operai di Van Gogh”, i pittori cinesi che si dedicano alla riproduzione in serie delle opere del grande artista olandese e della loro epifania personale ed esistenziale quando, in seguito ad un viaggio in Europa, entrano in contatto con le opere originali del grande pittore europeo. Il documentario sarà occasione per un incontro con i docenti dell’Accademia di Belle Arti Cecilia Canziani, Silvano Manganaro e Marcello Gallucci sul tema “La riproducibilità tecnica delle emozioni di un’opera d’arte” nel quale si analizzerò, per l’appunto, il rapporto tra originali e falsi nell’Arte.
Il DOQFF rientra nel nuovo progetto lanciato dal L’Aquila Film Festival, Il Festival dei Festival, vale a dire una serie di manifestazioni tematiche legate al Cinema, un ulteriore momento di approfondimento e di offerta culturale a favore della Città dell’Aquila che vedrà altri eventi mensili alternarsi durante il periodo di programmazione del festival cittadino.

PROGRAMMA

REPORTAGE SOCIALE TRA CINEMA E GIORNALISMO
L’Aquila, 19/20 marzo 2018
Palazzetto dei nobili
Piazza Santa Margherita


PROGRAMMA

19 marzo  ore 9 - 13
Etica e Reportage
con Danilo Balducci, fotoreporter
Proiezione dei reportage dei migranti dalla rotta balcanica a Barcellona 2017

19 marzo ore 15 - 17
Reportage sociale tra cinema e giornalismo, dal Medio Oriente alla periferia romana
Reportage sociale tra cinema e giornalismo
con Andrea Costa, responsabile Baobab Experience
e con Danilo Balducci e Laura Aggio, Fotografi freelance

19 marzo ore 17 – 18:30
Conferenza: L’accoglienza dei migranti nelle esperienze di Roma e L’Aquila
Intervengono:
Francesco Cristiano Bignotti, Assessore alla Politiche Sociali del Comune dell’Aquila
Andrea Costa, Baobab Experience
Andrea Salomone, ARCI L’Aquila
Paolo Pietro Giorgi, Mensa Celestiniana
Mattia Fonzi, Comitato 3e32
Saranno proiettate le fotografie di Danilo Balducci

19 marzo ore 18:30 – 21:00
Proiezione “Human flow” di Ai Weiwei
Una mappatura dettagliata, asciutta e agghiacciante, degli esodi biblici in atto sul nostro pianeta.

19 marzo ore 21:00
Conclusione dei lavori


20 marzo ore 9 - 13
Il web, baricentro del reportage sociale, video inchieste e giornalismo
Partecipativo
con Valerio Nicolosi, reporter e regista, e Eleonora Nascimben Gasparotto, regista documentarista


20 marzo ore 15- 19
Il linguaggio del cinema al servizio del videogiornalismo
con Enrico Farro presidente dell'associazione nazionale Filmaker
con Germana D'Orazio giornalista
Laboratorio di Mobile Journalism

20 marzo ore 20:30 – 22:00
Racconti dalle periferie del Mondo
con Valerio Nicolosi, reporter e regista
ed Eleonora Nascimben Gasparotto, regista documentarista

Proiezione film dei registi

La Tierra para [email protected], Cañeros, CESMACH - Shoot4Coffee
Tre cortometraggi in tre diversi paesi, Guatemala, Nicaragua e Messico raccontano le lotte dei contadini contro disuguaglianze sociali, malattie da lavoro, danni ambientali ed economici derivanti dallo sfruttamento delle multinazionali.

Nunca Màs hermanos
Tra desaparecidos e morti il Messico conta migliaia di vittime che negli ultimi dieci anni hanno lottato nel totale silenzio anche contro lo Stato.


21 marzo ore 20:30 – 22:00
Proiezione “Il senso della bellezza” di Valerio Jalongo
Attraverso immagini sensazionali del CERN di Ginevra e interviste esclusive a scienziati e artisti, il documentario spiega come scienza e arte, in modi diversi, inseguono verità e bellezza. Un’esplorazione della materia subito dopo il Big Bang, tra mondi lontanissimi nello spazio o infinitamente piccoli.

22 marzo ore 21:00 – 23:00
Proiezione “Alla ricerca di Van Gogh” di Yu Haibo e Yu Tianqi Kiki
La riproducibilità tecnica delle emozioni di un’opera d’arte
Un esercito di operai artisti cinesi lavorano a ritmi incessanti per fabbricare riproduzioni esatte dei quadri di Van Gogh, ma uno di loro decide di andare oltre e toccare il cuore dell’artista.

Incontro sul film
La riproducibilità tecnica delle emozioni di un’opera d’arte
Con i docenti dell’Accademia di Belle Arti L’Aquila Cecilia Canziani, Silvano Manganaro e Marcello Gallucci

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo