CORATELLA D'AGNELLO - ASSERGI S'ABBOTTA

Continua l’appuntamento inteso a riscoprire le RICETTE TRADIZIONALI in ASSERGI S'ABBOTTA...LE RICETTE DELLA NONNA, proponendovi la preparazione di una pietanza di origini povere composta dalle parti interiori d’agnello, rispecchiando il gusto tradizionale della cucina regionale Abruzzese:

Coratella d’Agnello

Ingredienti 5 persone 

    n.1  coratella d’agnello (fegato, cuore, polmoni,animelle e rognoni)
    n.2 cipolle grandi
    n.3 foglie d’alloro
    400 gr. di passata di pomodoro
    olio extravergine di oliva q.b./ battuto di lardo
    sale q.b.

Prepariamo:
lavate accuratamente sotto acqua corrente tutte le parti della corata ancora intera, poi tagliate a pezzi i vari organi che la compongono tenendoli separati, successivamente prendete un tagliere e cominciate a tagliare in tanti piccoli pezzettini (per organo) la corata, ponendola di volta in volta in ciotole divisa per organo,   ricordate poi di tagliare per ultimo il fegato. Divisi tutti gli organi in tanti pezzetti, rilavate separatamente il tutto asciugando con un canovaccio. Prendete un tegame con coperchio capiente versateci abbondate olio extravergine di oliva (mezzo bicchiere), versate una cipolla tritata finemente a fuoco lento fate dorare leggermente, aggiungete per prima i polmoni e il cuore dopo 2 minuti i rognoni e animelle e per ultimo il fegato, successivamente aggiungete il sale le foglie di alloro e mescolate ogni tanto facendo cuocere per altri 10 minuti, a termine dei quali aggiungerete la passata di pomodoro, rimescolate per qualche istante continuando la cottura per altri 30 minuti. Togliete il coperchio 10 minuti prima del termine cottura, affinché si ritiri il liquido in eccesso e venga una corata con un sugo compatto, a piacere aggiungete del peperoncino e decorate con foglie d’alloro qualche fiore e di erba cipollina e il piatto è pronto.

Cenni storici
La coratella è  una preparazione tradizionale del periodo in cui coincideva con il ritorno delle greggi dalla transumanza in Puglia.

Consigli utili
Per mangiare una buona corata è consigliabile utilizzare quella di un animale giovane della specie ovina, mantenuto ad alimentazione lattea, il cui peso da vivo non supera i 10 kg. circa.  

Per rivedere tutte le ricette, potrete trovarle a lato destro del Blog  nello spazio dedicato a tutte le ricette di Assergi S’Abbotta.
Di seguito elencate le ricette preparate:
Primo piatto
Crespelle nfosse
Triteli a minestra
Cannarozzetti allo zafferano
Spizzicaregli al sugo di cinghiale
Sagne patate e fagioli
Volarelle in brodo di fungo porcino
Gnocchi al sugo di castrato gratinati
Crespelle ricotta e melanzane
Maccheroni alla chitarra menta e zucchine
Maltagliati agli asparagi e zafferano

Secondo piatto
Pecora alla cottora

Dolci
Cuore di nocciola
Frappe
Mimosa
Zeppole di San Giuseppe
Semifreddo di nocciola e cioccolato
Pizze di Pasqua
Colomba Pasquale

Scrivete la vostra ricetta (primo piatto/secondo/dolci) e inviatela a mezzo e-mail assergiracconta@gmail.com dove verrà pubblicata.
Rinnovo il mio Saluto a tutti, in particolare a quelli che come Me appassiona e piace cucinare -Alfonso-



Condividi

    



Commenta L'Articolo