Il Pianeta Maldicenza, la tradizione aquilana di Sant'Agnese

BANDO DI CONCORSO


Art. 1 - L’Associazione culturale “Confraternita aquilana dei ‘devoti’ di Sant’Agnese” e il Comitato Organizzatore, con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale dell’Aquila, indicono il concorso di arte varia
Palio di Sant’Agnese 2019
per un’adeguata e corretta conoscenza della singolare tradizione aquilana della festività di Sant’Agnese, legata alla maldicenza intesa non come pettegolezzo né come insulto, bensì come strumento di valenza sociale, critica costruttiva e leale antagonismo.
Art. 2 - Il concorso prevede la presentazione di interventi, in lingua o dialetto, di poesia, prosa e sketch, anche musicati, contenuti in un limite massimo di esecuzione tassativamente di 6 (sei) minuti. I LAVORI FUORI DA QUESTO LIMITE NON SARANNO PRESI IN CONSIDERAZIONE.
Art. 3 - Possono partecipare le Confraternite (Congreghe, Associazioni ecc.) legate alla tradizione di Sant’Agnese, presentando ognuna un solo lavoro. Esse, in occasione della presentazione, non dovranno rivelarne l’Autore. Il nome del solo vincitore diverrà di dominio pubblico al momento della premiazione.
Art. 4 - Gli elaborati presentati dalle Confraternite dovranno pervenire entro il 17-12-2018 per email all'indirizzo [email protected] o per posta, in plico ben chiuso, all’ASSOCIAZIONE CULTURALE “CONFRATERNITA AQUILANA DEI 'DEVOTI' DI SANT’AGNESE”, c/o Angelo De Nicola via della Montagnola, 19/E - Pagliare di Sassa - 67100 L'Aquila, con in calce l’indicazione della Confraternita proponente. Il plico dovrà contenere il lavoro proposto, l’indirizzo e il recapito telefonico di un responsabile della Confraternita, e l’espresso desiderio dell’Autore (o autori) di interpretare personalmente il lavoro o di affidarne la presentazione alla regia teatrale. In busta chiusa, posta all’interno del plico, dovrà essere indicato il nome dell’Autore (o Autori) e dovrà trovarsi la sua dichiarazione di rinuncia ai relativi diritti. Gli elaborati, anche se non premiati, non saranno restituiti.
Art. 5 - Una Commissione formata da esperti procederà, per valutarne l’idoneità alla presentazione teatrale, a una prima selezione dei lavori da sottoporre al successivo vaglio delle Giurie del concorso.
Art. 6 - Gli elaborati selezionati saranno presentati al pubblico presso l’Auditorium del Parco (Parco del Castello) nel pomeriggio del giorno 19 gennaio 2019, in occasione dello svolgimento della Festa cittadina anticipatrice della tradizionale ricorrenza della Sant’Agnese.
Art. 7 - La designazione del vincitore sarà affidata a una Giuria Popolare e, con pari dignità, a una Giuria composta di rappresentanti della città di Amatrice (RI).
Art. 8 - Le Giurie designeranno la Confraternita vincitrice, cui sarà assegnato dall’Associazione il labaro “PALIO DI SANT’AGNESE”. L’autore del lavoro sarà proclamato nel PARCO DEL CASTELLO, dove il Sindaco della Città gli consegnerà la targa

 Agnesino 2019
“Premio Ludovico Nardecchia”

in una corale manifestazione con dolci e “vin brulé”. Il labaro resterà custodito per un anno dalla Confraternita vincitrice, a cura e responsabilità del suo rappresentante, che lo riconsegnerà agli Organizzatori almeno trenta giorni prima del successivo concorso, ottenendo in sua vece una targa commemorativa della vittoria.
Art. 9 - E prevista anche una SEZIONE GIOVANI- Premio Luciana Cucchiella riservato alla partecipazione di studenti degli Istituti Superiori. Un riconoscimento verrà assegnato dalla stessa Giuria dell'Agnesino al miglior lavoro che sarà premiato nella stessa cerimonia a Piazza Palazzo.
Art. 10 - Le decisioni assunte dalla Commissione per la selezione primaria e dalle Giurie sono insindacabili e inappellabili.     


 



Condividi

    



Commenta L'Articolo