Pint of Science 2019: scienza e cultura protagonisti per tre serate a tutta birra...

Giovani, appassionati di scienza, in più di 750 persone hanno animato i locali del centro storico durante le tre serate di Pint of Science L'Aquila 2019, la seconda edizione aquilana della manifestazione internazionale di divulgazione scientifica nata nel 2013 nel Regno Unito e arrivata ad abbracciare 24 paesi nel mondo e – grazie all’Associazione “Pint of Science Italia” presieduta da Alessia Tricomi – 23 città italiane.
 
Onde elettromagnetiche, vaccini, 5G, materia oscura, fisica del quotidiano e astrofisica, matematica e intelligenza artificiale, islam e teoria dei giochi, sono solo alcuni degli argomenti  trattati dagli speakers d'eccezione di quest'anno che hanno entusiasmato e incuriosito i tanti partecipanti di Pint of Science in un contesto giovane ed informale.
"E' sempre una grande emozione vedere come il pubblico di ogni età entri in sintonia con i ricercatori su tematiche di frontiera e partecipi con curiosità a questo evento - afferma Chiara Badia, coordinatore dell'edizione locale di Pint of Science a L'Aquila. - Sono state tante e interessanti le domande degli spettatori, segno che gli argomenti che abbiamo proposto - vaccini, elettrosmog, intelligenza artificiale e machine learning solo per citarne alcuni - sono di grande attualità e al centro dell'attenzione per l'intera società"
Durante ognuna delle tre serate, i 3 locali del centro storico aquilano – I Due Magi (Piazza Duomo 43),  Fratelli Il Bacaro (Via Roio) ed Enoteca Quattro Quarti (Corso Federico II) – hanno infatti ospitato i 18 eventi nelle differenti aree tematiche “Atoms to Galaxies” e “Our Society” con alcuni interventi su tema “Tech me out” e “Our Body”. Anche INFN, AISM e SIERR - tra gli sponsor principali dell'evento nazionale Pint of Science Italy - sono intervenuti presentando le loro attività di ricerca.

"Non posso che esprimere un sincero grazie a tutto il team che ha realizzato questa edizione, alle istituzioni scientifiche del territorio che hanno presentato le proprie ricerche, ai locali che ci hanno accolto e, infine, complimentarmi per l'eccezionale disponibilità e capacità divulgativa dei 20 speaker scientifici" - conclude Chiara Badia.

Pint of Science è un evento completamente gratuito e non a scopo di lucro, gli sponsor principali: INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica), AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), SIERR (Società Italiana Embriologia Riproduzione e Ricerca). Inoltre, ogni città si avvale del sostegno di numerose realtà locali senza le quali la manifestazione non esisterebbe. A L'Aquila Pint of Science è stato realizzato grazie anche al sostegno del GSSI (Gran Sasso Science Institute), dell’UNIVAQ (Università degli Studi dell'Aquila) e dei LNGS (Laboratori Nazionali del Gran Sasso INFN).


 



Condividi

    



Commenta L'Articolo