La comunità di Camarda è sotto shock per la morte di Luca Pulsoni

Sono in corso le indagini da parte della Procura di Vibo Valentia, guidata da Camillo Falvo, per ricostruire la dinamica del tragico incidente di caccia, in cui ha perso la vita il 26enne Luca Pulsoni, maresciallo della Finanza.  La comunità di Camarda è sotto shock per la morte del ragazzo, sconcerto e incredulità sono questi i sentimenti delle persone che lo hanno conosciuto e apprezzato. Luca tornava spesso nel paese che lo ha visto crescere, per trovare la nonna e i tanti amici. L'ASSOCIAZIONE CULTURALE "IL TREO" sul profilo facebook porge le più sentite condoglianze per la gravissima perdita dell'amico Luca, si stringe con un forte e fraterno abbraccio alla famiglia. ÔŁĄ.
Il 26enne, ricordato da chi lo aveva conosciuto come un bravo ragazzo, aveva frequentato la Scuola della Gdf all'Aquila e da un anno era stato trasferito a Vibo Valentia.
Il padre del giovane, è un luogotenente dei Carabinieri dell'Aquila. Secondo una prima ricostruzione da parte delle forze dell'ordine, il sottufficiale della Finanza sarebbe stato colpito accidentalmente da alcuni pallettoni esplosi da una delle persone quale del gruppo con i quali era uscito.
I proiettili hanno raggiunto la vittima alla spalla, ma la ferita si è rivelata più grave del previsto, tant'è che il 26enne è deceduto in pochi minuti per dissanguamento.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Maierato e della Compagnia di Vibo Valentia che hanno avviato gli accertamenti sull'accaduto.
Il corpo del ventinovenne, che era in un dirupo, è stato recuperato dai vigili del fuoco.
Gli operatori sanitari non hanno potuto fare altro che costatarne dell'uomo a causa delle ferite riportate.
La salma del sottufficiale è stata trasferita nella la camera mortuaria dell'ospedale di Vibo Valentia.
 

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo



Categorie News

Cerca nel sito