Solidarietà alimentare: attivo numero verde per richieste di beni di prima necessità

Il numero verde del Comune dell'Aquila attivato per l’emergenza coronavirus (800.666.622 attivo dalle ore 9 alle ore 18, dal lunedì al venerdì) è a disposizione anche per ricevere le richieste di beni di prima necessità e generi alimentari da parte dei cittadini aquilani in difficoltà. A recapitare a domicilio i pacchi solidali saranno poi gli alpini del 9° Reggimento.

 


La fase di distribuzione è affidata alle penne nere, quella di raccolta dei beni alla Caritas San Giovanni Battista, il coordinamento dei volontari deputati allo smistamento del materiale alla Casa del volontariato dell'Aquila.
“Questa è la filiera che come Comune abbiamo promosso e tutte le associazioni che volessero contribuire e dare una mano possono farlo contattando la mail [email protected].it oppure il numero di telefono: 3248916723 per il necessario coordinamento. Gli alpini che effettueranno il servizio saranno in divisa e riconoscibili, non aprite ad altre persone che potrebbero presentarsi con una motivazione simile. Il mio ringraziamento va alle decine di volontari che si sono messi a disposizione per garantire un servizio, completamente gratuito, che il Comune offre a quanti hanno bisogno di un sostegno in questo particolare momento legato all’emergenza coronavirus” ha dichiarato il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi.
“Al fine di evitare qualunque elemento di polemica che rischierebbe di disorientare la popolazione va precisato che questa azione è frutto dell’impegno della rete di associazioni di volontariato attiva in città ed è cosa diversa dai cosiddetti ‘buoni alimentari’, relativi alle somme stanziate dal Governo per sostenere i cittadini che versano in condizione di difficoltà economica a causa del Covid19. Per lo stanziamento dei contributi il Comune dell’Aquila ha definito scorso i criteri di distribuzione e nei prossimi giorni provvederà a pubblicare sul proprio sito internet l’avviso per le relative domande” ha specificato il primo cittadino.



Condividi

    



Commenta L'Articolo