Premio Asimov 2020, vince Hannah Fry con “Hello World”

Si è svolta il 15 Maggio la cerimonia di proclamazione del libro vincitore della quinta edizione del Premio Asimov, il riconoscimento riservato ad opere di divulgazione e saggistica scientifica.

 

“Hello world” della matematica inglese Hannah Fry (Bollati Boringhieri) si aggiudica il primo premio superando gli altri 4 libri finalisti: “Matematica d’evasione” di Claudio Marini (libreriauniversitaria.it), “L’urlo dell’universo” di Dario Menasce (Hoepli), “L’algoritmo e l’oracolo” di Alessandro Vespignani con Rosita Rijtano (Il Saggiatore) e “Il pianeta umano” di Simon L. Lewis e Mark A. Maslin (Einaudi).

La diretta di quasi tre ore con oltre 2700 visualizzazioni ha messo al centro gli studenti, protagonisti assoluti del premio, che con le loro recensioni hanno decretato il libro vincitore. Questa edizione ha registrato una crescita ulteriore del Premio Asimov rispetto agli anni passati, con più di 3300 recensioni arrivate da 136 scuole distribuite in 14 regioni italiane.

Ad aprire la cerimonia, l’esibizione musicale della band “I Fuoriclasse” composta dagli studenti del liceo “Vallone” di Galatina (LE), seguita dai saluti istituzionali degli organizzatori del premio. A chiudere la prima parte dell’evento, gli interventi di Giorgio Chiarelli, presidente della commissione terza missione dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, e Alberto Masoni, direttore della sezione di Cagliari dello stesso Istituto, sede del nuovo sistema informatico del Premio Asimov.

Tra gli ospiti della diretta, i 25 migliori recensori che hanno preso parte a una tavola rotonda di confronto sui libri finalisti. Partendo dalle loro recensioni, le studentesse e gli studenti hanno dato vita a un interessante e vivace momento di riflessione sulle opere da loro analizzate. Per il libro “Matematica d’evasione”, ha moderato la discussione Enrico Vigezzi con gli interventi delle studentesse Elisa Mastrosimone (Toscana), Marianna Di Mauro (Calabria) e Vittoria Resta (Puglia). Per “L’urlo dell’universo” ha moderato la discussione Carmen Petronio, con gli interventi degli studenti Rebecca Nuti (Toscana), Silvia Moretti (Lombardia), Manuel Santarelli (Abruzzo) e Daniele Camagna (Lazio). Per il libro “Il pianeta umano”, ha moderato la discussione Massimiliano Bellavista con gli interventi degli studenti Ludovica Mura (Sardegna), Francesca Di Sabatino (Abruzzo), Gabriel Pleticha (Puglia), Alessandra Venturi (Emilia-Romagna) e Sofia Polini (Marche). Per il libro “Hello World” ha moderato la discussione Francesco Santamaria, con gli interventi degli studenti Alessio Mugnai (Abruzzo), Matteo Vantaggiato (Puglia), Elisa Carlini (Lombardia), Sergio Maiorca (Emilia-Romagna), Riccardo Bandinu (Sardegna), Salvatore Rolando Pezzati (Sicilia). Infine, per il libro “L’algoritmo e l’oracolo”, Giuseppe Bozzi ha moderato gli interventi degli studenti Arianna Izzo (Emilia-Romagna), Stefano Miotti (Lombardia), Francesco Esposito (Sardegna), Irene D’Elicio (Basilicata/Campania), Tommaso Baccarini (Lazio), Maria Luisa Orlandi (Umbria) e Cristina Russo (Piemonte).

L’intervento in diretta dell’autrice del libro vincitore, Hannah Fry, ha sugellato la diretta Youtube. Intervistata da Francesco Vissani e Lorenzo Bellagamba, la matematica inglese (professoressa presso lo University College di Londra) ha condiviso la sua esperienza di scienziata e scrittrice con gli studenti e il pubblico della diretta.

La quinta edizione del Premio Asimov si concluderà in autunno con l’evento finale di incontro tra studenti recensori, organizzatori e autrice del libro vincitore.


Qualche informazione sul Premio
Nato in Abruzzo da un’idea del fisico Francesco Vissani, ricercatore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso - INFN e professore del GSSI - Gran Sasso Science Institute, e istituito nel 2015 presso lo stesso GSSI , il premio è cresciuto costantemente negli anni grazie alla collaborazione di molte realtà scientifiche fino ad affermarsi a livello nazionale.
Il premio è organizzato grazie alla collaborazione dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, del GSSI e di molte altre realtà̀ scientifiche e culturali quali Università e istituti di ricerca italiani, la Regione Abruzzo, la Società Italiana di Fisica, l’Accademia Nazionale dei Lincei, l’Associazione Nazionale Librai, il CICAP, il CRS4, il CNR-ISASI, la Società Italiana di Relatività Generale e di numerosi sponsor. A partire da quest’anno, il premio arriva anche in Brasile, dove si svolgerà un’edizione gemellata con quella italiana.
In questa quinta edizione 14 regioni italiane hanno partecipato al premio (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria), con 81 città coinvolte, 136 scuole e 281 docenti. Gli studenti iscritti al premio hanno superato quota 4000, doppiando il dato del 2019.


Coordinatore nazionale del Premio Asimov: Francesco Vissani, [email protected]



Condividi

    



Commenta L'Articolo