Convegno ad Assergi-I Sistemi di Gestione ľ gli Auditor per le Sicurezze: una nuova Professionalita'

“La prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro è materia in continua evoluzione legislativa, sia nazionale sia comunitaria. Il D. Lgs. 81/08, conosciuto anche come "Testo Unico", ha confermato la centralità del Datore di Lavoro, ma anche l’obbligo della creazione di una rete organizzativa e gestionale della prevenzione, non solo nelle aziende, ma anche nelle Università e negli Enti Pubblici,. Si è tenuto ad Assergi il 13 e il 14  ottobre nell’Auditorium “Sala Fermi” dei Laboratori Nazionali Del Gran Sasso un workshop dal titolo: “I Sistemi di Gestione – gli Auditor per le Sicurezze: una nuova Professionalità”. Si è trattato di un evento di rilevanza nazionale promosso e organizzato dall Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, congiuntamente al Coordinamento Nazionale dei Servizi di Prevenzione e Protezione delle Università e degli Enti Pubblici di ricerca. Sono stati circa 120 i partecipanti al convegno, provenienti da varie strutture INFN, dal mondo dell'Università e dalle aziende operanti nel settore della sicurezza. L'uditorio ha mostrato particolare attenzione ed interesse notevole nei confronti di un tema così attuale, quale quello dei Sistemi di Gestione della Sicurezza. Grande soddisfazione da parte degli organizzatori del convegno per il successo dell'evento, per l'interesse ed il coinvolgimento suscitato, per la levatura dei relatori intervenuti e per l'apprezzamento dimostrato. Oltre agli indubbi aggiornamenti di carattere formativo, gli eventi di questo tipo permettono, infatti, di allargare il "network" della sicurezza, garantendo la possibilità di conoscersi e confrontarsi, su alcuni temi specifici, con altre realtà operanti nel settore, sia pubblico sia privato. Questi contatti, questi "link", le discussioni e le idee che ne scaturiscono costituiscono uno strumento ideale per diffondere ed attuare la "cultura della sicurezza".
 
 
Nella prima giornata, dopo la cerimonia inaugurale, tre interessanti relazioni: 1) Modelli di gestione secondo lo standard internazionale, British Standard OHSAS 18001:2007 – 2) Modelli di gestione secondo lo standard nazionale, Linee guida UNI-INAIL 2001 – 3)  Modelli di gestione peculiari alle attività dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso.I relatori  della prima giornata sono stati:
dott. Alberto Andreani, Componente Esperto del Comitato n. 4 sui SGSL della Commissione Consultiva Permanente, Ministero del Lavoro;
dott. Eugenio Siciliano, INAIL Regione Abruzzo; ing. Alessandro Rossi, INAIL Regione Abruzzo;
ing. Domenico Barone, Esperto normativa SGSSL- Manager RGA Associati

Nella seconda giornata sono state ascoltate le seguenti relazioni: 1) Considerazioni sul Sistema di Gestione della Sicurezza e della Salute sul Modello Organizzativo richiesto dalla 231 – 2) Auditor delle strutture INFN – Case Study GLIMOS  - 3) Punto di vista e ruolo ASL su Best Practices e SGS&S  - 4) I modelli volontari peculiari nella attività di ricerca scientifica: il ruolo del GLIMOS  - 5) Auditor delle strutture INFN – Case Study GLIMOS  - 6) Attività della Commissione di Audit: esito dell’esperienza condotta presso la Sezione INFN di Perugia.
Questi i relatori della seconda giornata:
prof. Antonio Paoletti, Cattedra di Medicina del Lavoro - Università L'Aquila
dott. Alessio Scarcella, Magistrato della Corte Suprema di Cassazione - Roma
dott. Domenico Pompei, S.P.S.A.L. ASL L’Aquila
ing. Frederic Richard, RSPP EGO
dott.ssa Lucia Pampanella, Associazione C.N.S.P.P.

I lavori si sono conclusi con una Tavola Rotonda sui temi trattati, tavola rotonda che ha visto l'intervento anche delle OO.SS..

Nel pomeriggio di venerdì, infine, è stata organizzata una visita ai Laboratori Nazionali del Gran sasso.

Coordinatore Tecnico Scientifico del convegno, l’ing. Roberto Tartaglia (RSPP aboratori del Gran Sasso).





Condividi

    



Commenta L'Articolo