Riforma della Protezione Civile: torna la “Tassa sulla Disgrazia” ma non sarà obbligatoria

 La Consulta Nazionale aveva dichiarato incostituzionale la ‘tassa sulla disgrazia‘ ovvero l’obbligatorietà delle Regioni  ad alzare le tasse sulla benzina fino ad un massimo di 5 centesimi per litro, in caso di calamità naturali e conseguente dichiarazione dello stato d’emergenza, da oggi invece le Regioni non saranno più obbligate ma avranno «la facoltà» di farlo. Questo per evitare che le emergenze possano durare anni e trasformare in emergenze eventi ampiamente previsti o che nulla hanno a che vedere con le calamità naturali, come l’Expo 2015 o ‘L’incontro Mondiale delle Famiglie’ in programma a Milano a fine maggio o l’intervento alla Maddalena o i Mondiali di Nuoto a Roma di alcuni anni fa. A parte il fatto che riesce difficile immaginare come una Regione non decida di aumentare l’accisa sul carburante per crearsi un “salvadanaio” in caso di calamità ma, secondo me, è proprio questa la terribile novità ovvero il fatto che, in termini territoriali, chi subisce un danno sia esso un terremoto, una valanga, un’alluvione si paga l’EMERGENZA di tasca propria, contando soltanto sulle proprie risorse e non più sul sostegno dello Stato cioè di tutta la collettività … alla faccia della solidarietà nazionale. Non è un caso infatti che in occasione delle nevicate abbondanti che hanno creato enormi danni su tutto il territorio nazionale, nessuna Regione abbia dichiarato lo stato di calamità proprio per mancanza di risorse finanziarie da destinare! Ed ancora! Quando si porta come esempio quanto successo con EXPO 2015  o alla Maddalena o per i Mondiali di Nuoto a Roma dove si era accusata la ex Protezione Civile Nazionale di essere diventata una “holding” di affari non controllabili, si dimentica di dire che tali Opere dovevano essere gestite e realizzate proprio da parte delle Regioni ed Enti Locali che si erano dimostrati del tutto incapaci ed impreparati a gestire opere ed eventi anche se erano AMPIAMENTE  PREVISTI e PROGRAMMATI.

cifone

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo