Rocambolesco inseguimento dei Carabinieri - Albanesi bloccati con cento grammi di cocaina

Da un inseguimento rocambolesco a piedi e una breve colluttazione, saltano fuori due involucri all’interno dei quali erano stati occultati oltre 100 grammi di cocaina. La città sempre più crocevia di spacciatori di droghe cosiddette leggere ma anche di quelle più pesanti. Un mercato che non conosce crisi almeno per chi ha deciso di venderla, salvo poi incappare nelle maglie della giustizia. L’ultima operazione antidroga che ha portato in città al maxi sequestro, è targata carabinieri del comando provinciale dell’Aquila. Il blitz che ha portato all’arresto di due cittadini di nazionalità albanese, è avvenuto domenica sera, in prossimità della fermata dei pullman del motel dell’Agip. Gli investigatori dell’Arma hanno atteso che uno dei due giovani albanesi si incontrasse con un connazionale, che si trovava a bordo della propria auto, per far scattare le manette. I due albanesi hanno tentato la fuga a piedi ma sono stati bloccati dai carabinieri che, per non dare nell’occhio, indossavano abiti civili, il tutto tra lo sbigottimento dei passeggeri del pullman e di altri utenti che sostavano alla fermata del mezzo di trasporto pubblico, proveniente da Roma. Non sono mancati momenti di concitazione nella quale uno dei due albanesi si è disfatto di tutti gli oggetti che aveva con sé, compresi due involucri. È bastato poco per capire che dentro vi erano circa 105 grammi di cocaina. I due arrestati, assistiti dall’avvocato Francesco Valentini, sono stati arrestati in flagranza di reato e trasferiti nel carcere dell’Aquila, in attesa della convalida fissata per questa mattina. L’indagine sulla quale non si esclude un possibile allargamento nei riguardi di altri soggetti, è coordinata dal sostituto procuratore, Fabio Picuti.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo