Nato a L'Aquila Compie 110 anni, due guerre sulle spalle

Antonio Zagnacci spegne oggi 110 candeline. Il compleanno a Firenze, nella casa di un figlio. Ad annunciare l’evento e’ la nipote Samantha Marino. Zagnacci e’ nato a l’Aquila il 10 ottobre 1902 da una famiglia molto povera. Si e’ arruolato subito nell’esercito Regio ed ha combattuto al fronte, nonostante fosse giovanissimo, nel 1917. Poi si e’ trasferito a Napoli per frequentare gli studi di lettere e si e’ laureato nel 1925. Nel 1930 - ricorda la nipote - si e’ sposato con mia nonna Carmela Esposito di 10 anni piu’ giovane di lui. Non ha pero’ abbandonato la carrierea militare: infatti e’ ritornato al fronte nel 1940 con il grado di Ufficiale. Subito dopo la Seconda Guerra mondiale sono nati i figli (5) tra i quali mio padre Augusto. Negli anni ‘70 e’ tornato a trasferirsi a L’Aquila, poi nel 1990, rimasto vedovo, ha deciso di andare a vivere con un figlio a Milano. Ad aprile 2009 si trovava in Abruzzo con la figlia ed e’ sopravvissuto miracolosamente al terremoto anche se la sua casa e’ andata quasi distrutta. Ha 7 nipoti tra i quali la stessa Samantha e 8 pronipoti. Sicuramente quello di oggi sara’ un compleanno del tutto speciale, commenta la nipote dell’ultracentenario.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo