Funivia: si chiederÓ una nuova proroga

Troppo tardi, ormai, per intervenire sulla manutenzione straordinaria ventennale della funivia del Gran Sasso. Pur avendo i soldi in tasca, i lavori non potrebbero essere ultimati in tempo utile per la riapertura della stagione sciistica. Così il nuovo Cda del Centro turistico e il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente avrebbero optato per un’altra soluzione tesa a consentire la riapertura degli impianti. Si chiederà al Ministero un secondo anno di proroga per la revisione ventennale motivato dalla presentazione di un progetto di ammodernamento dell’impianto. Un anno di ossigeno, insomma, alla fine del quale il Comune dovrà trovare in qualche modo i tre milioni di euro necessari alla revisione. Oppure potrebbe essere il privato a trovarsi con la patata bollente visto che a breve dovrebbe essere pubblicato il bando per la privatizzazione della stazione invernale. Dall’incontro sarebbe emersa la volontà di accelerare i tempi. 



Condividi

    



Commenta L'Articolo