GIOVANE DI ORIGINI DI VILLA SANT'ANGELO UCCISO IN VENEZUELA

Un giovane di origini aquilane, Carlo Coletti, di 31 anni, è stato assassinato a Caracas, in Venezuela.

Coletti era rimasto da solo nella sua abitazione mentre la famiglia si era trasferita per qualche giorno al mare.

Durante l'altra notte dei malviventi si sono introdotti nell'abitazione, probabilmente per mettere a segno un furto, e trovandosi il giovane di fronte non hanno esitato ad ammazzarlo.

Coletti era tornato l'estate scorsa in vacanza a Villa Sant'Angelo, dove vivono gli zii, per rivedere i suoi parenti e visitare il paese distrutto dal terremoto del 2009.

A Caracas vivono tantissimi abruzzesi, emigrati in Sud America nel secondo dopoguerra, attratti dalle ricchezze e dalle opportunità lavorative offerte dalle nazioni d'oltre Oceano.

Da anni, però, molti di loro vivono blindati a causa del dilagare della violenza e della delinquenza che fanno della capitale del Venezuela, una delle città più pericolose al mondo.




 



Condividi

    



Commenta L'Articolo