ROCCARASO Conquista la terza posizione come comprensorio sciistico pi¨ grande d'Italia

Ad ufficializzare la notizia nella mattina di ieri, il proprietario degli impianti Sifatt, Roberto Del Castello, che parla di una ripresa del centro montano in questa stagione 2012-2013 con un 18 per cento in più di presenze rispetto allo scorso anno. Il tutto in barba alla crisi. Se da una parte c'è chi non pensa alle vacanze perché non ha le possibilità, dall'altra c'è chi non rinuncia alla settimana in montagna e decide di riaprire le proprie case acquistate una trentina di anni fa. E' il caso di Roccaraso, chiamata la Cortina d'Abruzzo, che fa riscoprire il fascino del piccolo centro montano, tutto sole e neve. E così, se prima si decideva di prenotare la settimana bianca nel nord Italia, oggi accade molto meno, si preferisce il turismo fuori porta. E Roccaraso vanta una posizione davvero strategica tra la Campania e il Lazio. Non possono però lamentarsi le strutture alberghiere, che a fine anno, e cioè, a cavallo tra le festività di Natale e Capodanno, hanno registrato il tutto esaurito. Il merito sembra essere della gestione degli impianti di sci e delle attrezzature di ultima generazione che riescono a sparare neve artificiale consentendo, così, agli appassionati di sci alpino di potersi divertire tutta la stagione. Ottimo anche il lavoro fatto attraverso il web, visto che Roccaraso attira turismo anche grazie al conveniente raffronto tra qualità e prezzo. Sembra proprio che il binomio sia vincente, come pure appare azzeccata la grande pubblicità fatta nei mesi scorsi nella capitale. Infatti tra gli affezionati del comprensorio dell'Alto Sangro non figurano solo i «soliti» napoletani ma, da qualche anno, anche numerosi romani. «Lavoriamo molto e questo ci gratifica perchè significa che i numerosi sacrifici fatti durante gli anni sono stati apprezzati - sottolinea Roberto Del Castello -. Oggi, possiamo dire a chiare lettere che non abbiamo nulla da invidiare alle stazioni sciistiche del nord Italia, anche se, in Abruzzo si potrebbe fare di più. In questa regione abbiamo tutto ma la maggior parte delle volte tutte queste potenzialità non vengono sfruttate al massimo». Il riferimento sembra essere chiaro e va dritto verso la mancanza di attività collaterali, che potrebbero far decollare definitivamente l'Abruzzo, candidandola come località al top. E se per le vacanze natalizie, gli standard hanno superato le previsioni, oggi si comincia a guardare al futuro e si spera nell'arrivo della tanta sospirata Coppa del Mondo. Una ghiotta occasione per le nevi del Centro Abruzzo, vero trampolino di lancio per la località sciistica abruzzese e per tutta l'economia. Ma per quest'anno, Del Castello preferisce parlare di fatti concreti anche se non ancora ufficiali e lancia la possibilità di una gara di campionato italiano e una di Carving Cup. Il tutto, proprio tra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio. E da oggi si comincia a sperare che la settimana entrante sia quella del vero inverno, così come annunciano in queste ultime ore le previsioni, tanto da poter garantire una piena stagione senza dover ricorrere alla neve artificiale, che comunque non rappresenta un problema per Roccaraso. Chi sta andando a sciare, in questi giorni, assicura la presenza di una neve splendida. Potrarlo constatarlo personalmente i tanti appassionati dello sci e della di montagna che arriveranno in questo week end e nel prossimo per la tanta sospirata settimana bianca. «L'invito che posso fare è quello di venire a sciare nel nostro comprensorio - conclude Del Castello - è inutile ribadire che l'Abruzzo è una terra florida. Qui, si può trovare tutto e poi il paese riesce a trasmettere la tranquillità di un piccolo centro. Quindi, perchè non provare? Queste mie parole non vogliono essere uno spot pubblicitario ma soltanto un incentivo a provare.E questo, lo hanno capito in molti visto che in questo ultimo anno abbiamo registrato anche tanto pendolarismo. Un altro punto a nostro favore dato che poi i turisti ritornano, accompagnati da nuovi amici».

- da Il Tempo -



Condividi

    



Commenta L'Articolo