Inizio settimana migliore, poi altri disturbi temporaleschi

Un remake che si ripropone ogni giorno, con mattinate spesso soleggiati e con aria frizzante, poi con il passare delle ore, nuvolosità per lo più cumuliforme accompagnati da tuoni e fulmini e certamente eventi temporaleschi, spesso forti e spesso grandigeni.Questo il quadro della situazione cui buona parte della penisola sta vivendo in questa estate 2013. Attualmente l’impianto barico, vede un espandersi a latitudini settentrionali dell’anticiclone delle Azzorre, sulla Gran Bretagna per intenderci, mentre delle correnti perturbate corrono da nord-est sul nostro territorio, instabili. Ora, per farla breve, per alcuni giorni, l’anticiclone, riuscirà a conquistare gran parte delle nostre regioni, garantendo bel tempo con sole e temperature in aumento, sia nelle minime che nelle massime. Ma ecco che da Venerdì, altro maltempo a carattere temporalesco potrebbe tornare sulle nostre zone montuose delle Alpi ed anche della dorsale Appenninica.Poi, vorrei anticipare qualcosa su un possibile peggioramento a carattere veramente fresco, che potrebbe manifestarsi da Lunedì 22 Luglio, con una situazione barica quasi di stampo invernale, convogliando fredde correnti da nord-est, di origine Russe, dal Baltico. Andiamoci molto cauti però, manca ancora una settimana ora che scrivo e tutto potrebbe accadere. E’ incredibile che i modelli in questo periodo emettono mappe di questo genere, però accade anche questo. Torniamo invece a ciò che potrebbe esserci in questa settimana, con intanto Lunedì, che vedrà tempo generalmente buono tra il nord ed il centro con sole e clima gradevole.Aumento delle temperature nelle zone citate, mentre qualche rovescio o temporale insisterà sull’Appennino meridionale.Martedì,qualche lieve disturbo tra il Piemonte e la Valle D’Aosta e tra la Sicilia e la Calabria.Altrove generalmente tempo bello e soleggiato anche se qualche nube si formerà lungo le creste più elevate.Temperature stazionarie come il giorno prima, venti da est.Mercoledì, il tempo si manterrà buono su tutta la penisola, tranne la formazione di cumuli temporaleschi sulle zone Alpine e sulla Sardegna occidentale.Campo termico ad 850 hpa compreso tra i valori di 14 e 16°c. Nella giornata di Giovedì, si avrà più o meno la stessa situazione del giorno prima, con dei temporali sulle Alpi e forse sul Lazio in serata.Nelle altre zone tempo piuttosto bello, anche se qualche nube non mancherà, specie ore pomeridiane.Venerdì, sempre valori massimi del campo alto pressorio sulla Gran Bretagna, sul bacino del Mediterraneo invece la pressione andrà diminuendo, con la possibilità nel corso della giornata a dei temporali, oltre che sulle zone Alpine, anche lungo l’Appennino, soprattutto centrale. Venti da sud-est un po’ ovunque e temperature stazionarie con valori ad 850 hpa sui 16°c un po’ ovunque. Con l’anticiclone, che pare vorrà innalzarsi fino al Polo e zone adiacenti, un vasto campo depressionario piazzato sulla Russia, potrebbe iniziare a mettere in movimento una goccia fresca verso appunto l’Italia, nella giornata di Sabato. Non che giungerà in giornata da noi, ma potrebbe farlo entro i primi giorni della prossima settimana e se sarà il caso ne riparleremo.Comunque Sabato si presenterà con cielo poco nuvoloso al mattino, non saranno escluse delle precipitazioni a carattere temporalesco sulle Alpi e sugli Appennini, anche moderate.Discreta la situazione anche per Domenica,con della nuvolosità sulle zone montuose e qualche fenomeno nelle ore pomeridiane.Temperature stazionarie o in lieve diminuzione al nord-est.

In Abruzzo
Al momento il tempo sembra buono almeno fino a Giovedì, con cielo poco nuvoloso e temperature in aumento. Le giornate di Venerdì e Sabato appaiono con il rischio di temporali, specie sulle zone interne, come possibilmente anche Domenica.

Thomas Di Fiore


 



Condividi

    



Commenta L'Articolo