Accordo Polizia di Stato-Comune dell'Aquila, per il pattugliamento del Gran Sasso.

Con l’avvio della stagione sciistica nei comprensori della provincia aquilana, iniziano da oggi 7 dicembre p.v. e fino alla fine del periodo invernale anche i servizi di vigilanza e soccorso effettuati sulle piste dal personale della Polizia di Stato appositamente distaccato nelle località di Roccaraso-Aremogna, Rivisondoli-Monte Pratello, Campo Imperatore-Gran Sasso. I dispositivi verranno strutturati in modo tale da garantire la presenza nei momenti di maggiore afflusso turistico.

Nel comprensorio di Campo Imperatore tali servizi sono effettuati in concorso con la Polizia Municipale di L’Aquila, secondo un protocollo d’intesa che è stato siglato stamattina presso la Sala Calvitti tra il Questore Vittorio Rizzi, il Sindaco Massimo Cialente ed il Comandante della Polizia Municipale Eugenio Vendrame: l’obiettivo è quello del coordinamento delle risorse messe in campo dai due Corpi e l’ottimizzazione del loro impiego, al fine di evitare duplicazioni ed infondere maggiore efficacia ed efficienza al servizio svolto.

I 12 operatori specializzati della Polizia di Stato che saranno impiegati sulle piste (2 a Campo Imperatore e 5 rispettivamente nel comprensorio di Rivisondoli-Monte Pratello e  Roccaraso-Aremogna) hanno frequentato un corso di formazione ed aggiornamento presso il Centro Addestramento Alpino di Moena, dove oltre alle tecniche sciistiche sono stati abilitati all’uso dei defibrillatori cardiaci ed altri presidi di primo soccorso presenti nelle stazioni invernali.

Accanto alle attività di soccorso, essi svolgeranno anche una importante funzione di prossimità e di prevenzione, sensibilizzando i frequentatori degli impianti sul rispetto delle norme di sicurezza per sciare senza arrecare pericoli a sé e agli altri, specie al fine di proteggere i piccoli sciatori.

A tal fine, la Questura di L’Aquila ha realizzato la campagna di prevenzione e sensibilizzazione “SCIcuramente: la prudenza aumenta il divertimento” predisponendo un vademecum contenente le 10 regole più importanti per la sicurezza sulle piste, che grazie alla collaborazione con i responsabili degli impianti sopra indicati verrà distribuito insieme agli skypass.

L’obiettivo è quello di invitare alla massima cautela in ogni possibile occasione di pericolo: dall’attenzione alle previsioni delle condizioni meteorologiche prima di recarsi sulle piste, all’equipaggiamento adeguato, a tutte le forme di rispetto della segnaletica e del comportamento corretto da assumere mentre si scia. Fino a cosa fare in caso di incidente. 

A tal fine in alcune giornate, gli uomini della Polizia di Stato terranno presso le scuole di sci sulle piste anche dei momenti formativi e di sensibilizzazione soprattutto per i giovani sciatori, allestendo degli appositi stand.

Contemporaneamente verranno rinforzati i servizi di viabilità lungo le arterie che portano alle piste, con il concorso delle pattuglie della Polizia Stradale e delle altre forze di polizia secondo un piano tecnico predisposto in sede di Comitato di Ordine e Sicurezza Pubblica, perché venga anche verificato il possesso delle dotazioni invernali (pneumatici invernali o catene a bordo).




 



Condividi

    



Commenta L'Articolo