Cioni in diretta su Piazza Pulita "Dateci zappe per lavorare"...

 Tutta la Confcommercio si schiera al fianco del direttore regionale, Celso Cioni. «Serviva uno choc, un gesto che richiamasse l’attenzione mediatica sulla situazione drammatica della città», ha detto ieri sera Cioni in diretta su Piazza Pulita, il programma condotto da Corrado Formigli su La7. «Abbiamo bisogno non di grano, ma di zappe per lavorare», ha aggiunto, «mentre i nostri commercianti ricevono assegni protestati, e s’indebitano per far vivere le loro attività in una città morta». Dello stesso parere il presidente della Confcommercio provinciale, Roberto Donatelli. «Ci sono commercianti che chiedono tassi agevolati ma non riusciamo a darli», ha spiegato, «bastano due rate arretrate di mutuo i piccoli commercianti falliscono». Angelo Liberati, presidente regionale della Fida, ha spiegato che «non c’è niente di politico nel gesto di Cioni, ma un appello a banche e istituzioni finora rimaste sorde». «Il governo deve attivarsi affinché le banche capiscano le problematiche dell’accesso al credito dei piccoli commercianti aquilani, per far ripartire il nostro centro storico», ha detto il vicepresidente provinciale di Confcommercio, Alberto Capretti. «Ma il problema è nazionale», ha precisato. «Occorre dare credito alle piccole aziende nate 30 o 40 anni fa che non ce la fanno più e alle quali vengono negati prestiti di soli 10mila euro. Tutto questo deve finire. Cioni si è preso la responsabilità di portare a termine un gesto che avrà per lui un risvolto penale per difendere una categoria in difficoltà in tutt’Italia. Ma bisogna ripartire dall’Aquila».
- da Il Centro -

 


 



Condividi

    



Commenta L'Articolo



Categorie News

Cerca nel sito