Stanotte la fiaccolata illumina il buio della cittÓ

 I Comitati dei familiari delle vittime del terremoto organizzano per questa sera la fiaccolata commemorativa, che parte alle 22,30 da via XX Settembre (all’altezza del vecchio tribunale) per arrivare in piazza Duomo, dove avverrà la lettura dei 309 nomi degli aquilani che non ci sono più. La notte del ricordo e della memoria unisce quella aquilana alle altre tragedie nazionali. Prevista la presenza di delegazioni, movimenti e comitati da tutta Italia. Le fiaccole saranno distribuite sia alla partenza in via XX Settembre sia durante il tragitto a cura della Protezione civile della Regione Abruzzo e delle associazioni di volontariato. L’Asm metterà a disposizione dei raccoglitori per lo smaltimento delle fiaccole lungo tutto il percorso. Saranno presenti due ambulanze della Croce rossa italiana: una fissa in Piazza Duomo e l’altra mobile che segue il corteo, nonché tre squadre di volontari che si muoveranno a piedi. L’Ama (Azienda per la mobilità aquilana) metterà a disposizione bus navetta gratuiti. Il servizio per l’inizio della fiaccolata è attivo dalle 21 alle 22,20 con una corsa ogni 20’: parcheggio Italtel statale 17, via Mulino di Pile, variante Mulino di Pile, piazzale stazione, viale XXV Aprile, via Vicentini, via Beato Cesidio, via Piccinini, statale 17, piazzale Italtel. Servizio per fine manifestazione: dalle 00,30 alle 4 con una corsa ogni 20’: viale Collemaggio (lato ex Sanatrix), via Strinella, viale Croce Rossa, via Beato Cesidio, via Piccinini, parcheggio mercato piazza d’Armi, statale 17, viale Corrado IV, Meridiana, variante Mulino di Pile, statale 17, parcheggio Italtel, statale 17, viale Corrado IV, viale Croce Rossa, via Crocetta, terminal bus Collemaggio. Previste corse speciali da Progetto Case e periferia (percorsi e orari su www.ama.laquila.it). I parcheggi consigliati per la sosta delle automobili sono quelli del piazzale Italtel, piazza del mercato provvisorio piazza d’Armi e piazzale Meridiana. Il programma religioso prevede, a mezzanotte e mezza, nella chiesa di Santa Maria del Suffragio (Anime Sante), la celebrazione della messa presieduta dall’arcivescovo Giuseppe Petrocchi, con lettura dei nomi durante la preghiera eucaristica. Seguirà la veglia di preghiera aspettando le 3,32, presieduta dal vicario generale Giovanni D’Ercole. Alle 3,32 i rintocchi della campana del Suffragio ricorderanno le vittime del sisma. Domani messe alle 10 (in diretta su Rete4), alle 11,30 e alle 17,30. Previsto un maxischermo per seguire i riti religiosi.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo