TRAGEDIA SFIORATA SUL GRAN SASSO! LE IMMAGINI DEI SOCCORSI

Si trovavano sul Gran Sasso per un "corso avanzato di sci alpinismo" con la presenza di due istruttori. Undici sciatori del CAI di Sibilla, dopo aver aver dormito la scorsa notte al rifugio Duca Degli Abruzzi, questa mattina poco prima delle 8, si accingevano a scendere dal rifugio nel canalone dei "Tre Valloni". Uno di loro è caduto e con la neve particolarmente ghiacciata ha travolto un secondo sciatore che si trovava più in basso. I due hanno fatto un volo di circa seicento metri, anche un terzo sciatore è caduto, ma è riuscito a fermarsi. L'incidente si è verificato a quota 2300 metri e gli sciatori alpinisti sono stati recuperati e salvati in una zona a 1700 metri di altezza. L'elicottero è intervenuto due volte per recuperarli con il "verricello", per l'inpossibilità di atterraggio in una zona così impervia. L'intervento è perfettamente riuscito grazie alla bravura del pilota dell'elicottero e dei soccorritori: Leandro Giannangeli (del Soccorso Alpino) ed Alberto e Pierluigi (del soccorso in pista della Polizia di Stato) nelle fasi finali è intervenuto anche Giampaolo Gioia. Due sciatori stanno bene, mentre il terzo, originario di Fabriano in provincia di Ancona, ha riportato diversi traumi ma non sarebbe in pericolo di vita. Alle operazioni di recupero hanno partecipato un elicottero del 118 e il Soccorso Alpino.



Condividi

    



Commenta L'Articolo