Passerà a soli 40mila chilometri l'asteroide che domenica sfiorerà la Terra

Puntando al cielo un telescopio intorno alle 19 di domenica 7 settembre potrete gustarvi un brivido pressoché unico: osservare un asteroide che sfiora l’atmosfera del nostro pianeta. 2014 RC, questo il suo nome, ha un diametro di circa 20 metri e passerà a soli 40mila chilometri dal centro della Terra, circa un decimo della distanza che ci separa dalla Luna, e soli 4.000 chilometri al di sopra dell’orbita geosincrona in cui risiedono i satelliti meteo e delle telecomunicazioni. Niente paura comunque, perché gli scienziati della Nasa assicurano che l’asteroide non rappresenta in alcun modo un pericolo per il nostro pianeta, ma fornirà anzi una incredibile opportunità per osservare e studiare da vicino questi misteriosi corpi celesti.

A scoprire per primi 2014 RC sono stati i ricercatori del Catalina Sky Survey di Tucson, Arizona, nella notte del 31 agosto. Gli stessi scienziati in seguito hanno calcolato anche la sua rotta, scoprendo che nel momento di massima vicinanza col nostro pianeta si troverà più o meno al di sopra della Nuova Zelanda, e presenterà una magnitudine apparente (la sua luminosità percepita dalla Terra) pari a 11.5. Troppo poco per essere visibile ad occhio nudo, ma sufficiente perché un appassionato, armato di un piccolo telescopio, possa individuarne il velocissimo passaggio attraverso il cielo.

Anche se questa volta doveste perdervi lo spettacolo non temete, perché ci saranno altre occasioni. L’orbita di 2014 RC porterà infatti il satellite a passare nuovamente nei pressi della Terra in futuro. Per ora gli scienziati ritengono che anche nei prossimi passaggi non dovrebbe rappresentare un pericolo, ma assicurano che verrà comunque monitorato attentamente.



 



Condividi

    



Commenta L'Articolo