Promette l'assunzione in RAI... Aquilano finisce nei guai

 Si vantava, falsamente, di avere amicizie “alte” in Rai asserendo che, se voleva, grazie a lui e ai rapporti con i vertici dell’azienda pubblica radiotelevisiva lo avrebbe fatto assumere. Solo che, per sbloccare la faccenda ed avviare le pratiche, era necessario pagare anticipatamente la somma di 10mila euro. Tanti per un 46enne domiciliato a Tortoreto ma residente ad Alba Adriatica, in cerca di lavoro. Ma quei risparmi, avrà pensato il poveretto, erano ben spesi se si fossero tradotti davvero in un’assunzione a tempo indeterminato in una delle aziende italiane più in vista e sicure. Solo che, del posto di lavoro promesso e pagato profumatamente, il 46enne non ha visto nemmeno l’ombra. L’uomo è stato identificato e denunciato con l’accusa di millantato credito e truffa aggravata. Si tratta di S.F., aquilano di 46 anni con precedenti. Dei tanti soldi elargiti non c’è traccia e del lavoro nemmeno l’ombra.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo