Nuova ondata di furti a L’Aquila e nei paesi

 

Continua l’ondata di furti ai danni di negozi e abitazioni della città e del suo circondario. Stavolta sono stati presi di mira case e negozi. Tra questi una nota tabaccheria, la storica rivendita degli eredi del cavaliere del lavoro Paolo Morelli, che è stata riaperta da poco in località Sant’Antonio. I ladri, approfittando di un momento in cui il negozio era chiuso, hanno ripulito gli scaffali portando via le sigarette, numerosi blocchetti di tagliandi «gratta e vinci» e altri valori. Nella zona, tra l’altro, c’è anche uno sportello bancario per cui si sta cercando di capire se i ladri possano essere entrati nel raggio d’azione di qualche impianto di videosorveglianza. Probabilmente i malviventi sono fuggiti dalla parte retrostante l’esercizio commerciale, zona che resta quasi sempre al buio. E ieri mattina, dopo un amaro risveglio causa furti, sono andati a sporgere denuncia alla polizia tutti i derubati delle abitazioni, ben sei, prese di mira nella frazione di Preturo. In questo caso, sono stati ritrovati abbandonati, nelle immediate vicinanze delle case prese di mira, anche alcuni oggetti usati per forzare le finestre ed entrare nelle abitazioni. Il materiale è stato posto sotto sequestro per effettuare una serie di accertamenti.

 

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo