Il progetto “Pecunia” e la lana dell'area protetta Il Parco chiama a raccolta gli allevatori ovini

Assergi (15 ottobre 2014) – Si terrà domani, giovedì 16 ottobre, alle ore 21, presso la sede del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, ad Assergi, un incontro con gli allevatori e i portatori d’interesse del comparto ovino sul progetto di costituzione di un’Associazione di Valorizzazione della Lana prodotta nell’area protetta.

La costituzione di un’associazione di valorizzazione rappresenta il naturale approdo di una serie articolata di azioni messe in campo dall’Ente Parco a partire dal 2010 attraverso il Progetto “Pecunia”, con l’obiettivo di restituire il giusto valore economico che la fibra naturale ed ecologica merita.  L’associazione, gestita direttamente dagli operatori zootecnici, mirerà a incentivare e rivitalizzare la microeconomia e la diversificazione del reddito del comparto agro-pastorale e dell’artigianato rurale legato alla filiera della lana, creando un nuovo interesse sulle potenzialità legate all’ utilizzo di questa e alla sua commercializzazione.

Si tratta di un obiettivo qualificante e ambizioso, che potrà essere raggiunto soltanto attraverso l’unione e l’impegno sinergico degli allevatori aderenti e tramite la definizione di procedure tecniche ottimali relativamente alle fasi di tosa, raccolta, cernita, trasformazione e immissione sul mercato.  Per tali ragioni l’Ente Parco rivolge un invito agli operatori e a tutti i portatori d’interesse del comparto ovino dell’area protetta, affinché partecipino all’incontro ponendo le basi della costituenda Associazione.

Per maggiori informazioni, gli interessati possono contattare il Servizio Agro Silvo Pastorale  dell’Ente, nella persona del Dr. Luca Schillaci, al numero telefonico 0862.6052227 o scrivendo all’indirizzo e.mail [email protected]





 



Condividi

    



Commenta L'Articolo