Tent˛ di bruciare la casa della sua ex, arrestato

 I carabinieri della Compagnia dell’Aquila, al comando del capitano Marcello D’Alesio, in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dal gip del tribunale, hanno arrestato il 45enne aquilano A.S. L’uomo era già sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria a causa dei fatti commessi nel mese di luglio dell’anno passato, nel corso dei quali finì nei guai per una serie di accuse. Il 45enne era accusato di tentata estorsione, minaccia, atti persecutori, tentato incendio, violazione di domicilio e ingiuria nei confronti della sua ex convivente essendo stato trovato all’esterno dell’abitazione di quest’ultima con in mano una tanica di benzina. Benzina con la quale, sempre secondo l’accusa, il 45enne era intenzionato ad appiccare il fuoco qualora la donna non gli avesse consegnato del denaro. In quell’occasione venne prontamente individuato e tratto in arresto dai militari del Nucleo operativo radiomobile. Avendo violato più volte tale obbligo e segnalato per questo all’autorità giudiziaria competente dai carabinieri della stazione dell’Aquila, è stato emesso il provvedimento di aggravamento della misura cautelare della libertà personale. Ieri l’uomo è stato infatti sottoposto agli arresti domiciliari.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo