Incidente durante la partita di rugby Rugbista perde i sensi elicottero atterra in campo

Lo scontro con un avversario,poi la caduta a terra e la perdita dei sensi. Una manciata di secondi e in campo è sceso il gelo. L’incidente, che si è risolto fortunatamente senza gravi conseguenze, è andato in scena sul capo di Villa Sant’Angelo, durante la partita tra la Gran Sasso rugby e il Firenze rugby 1931. Un giocatore fiorentino, Alessandro Meyer, è caduto rovinosamente a terra dopo uno scontro durante un’azione di gioco con il capitano della Gran Sasso Daniele Giampietri. I primi a soccorrere il numero 12 del Firenze sono stati i suoi compagni di squadra che hanno sollecitato l’arrivo dei soccorritori in campo. I medici hanno cercato di rianimare l’atleta, rimasto a terra privo di sensi. Poi l’arrivo dell’elicottero del 118, atterrato in mezzo al campo di gioco, e il volo verso l’ospedale San Salvatore dove il ragazzo, che nel frattempo aveva ripreso conoscenza, è stato subito sottoposto a una serie di esami clinici. Un incidente che ha tenuto con il fiato sospeso le due formazioni e gli spettatori presenti a Villa Sant’Angelo. La partita, sospesa per consentire le operazioni di soccorso al rugbista fiorentino, è ripresa dopo una mezz’ora. Tutti tesi in campo fino a quando non sono arrivate le prime notizie positive sullo stato di salute dell’atleta infortunato. Al termine della partita, per la cronaca vinta dalla Gran Sasso con il punteggio di 24 a 13, gli atleti e i dirigenti delle due formazioni hanno raggiunto il San Salvatore per avere notizie sul quadro clinico di Alessandro Meyer. Notizie fortunatamente rassicuranti. Il giovane è stato ricoverato per un trauma cranico e tenuto sotto osservazione. Ma le sue condizioni non sembrano destare preoccupazione.

 



Condividi

    



Commenta L'Articolo