Il Centro di Fisica Astroparticellare dei Laboratori del Gran Sasso

Materia oscura, fisica del neutrino e fisica delle onde gravitazionali: sono alcuni dei temi sui quali è incentrata l'attività del CFA, Centro di Fisica Astroparticellare, centro di eccellenza formativa e informativa con sede presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso nato nel 2009 nell'ambito del progetto POR Abruzzo "Gran Sasso in Rete". Giulia Pagliaroli, già assegnista di ricerca presso i LNGS, è attualmente uno dei coordinatori scientifici del CFA, ideato come collegamento tra i nodi di ricerca di vari luoghi dell'Italia. “Cooperiamo per lo scambio di personale tra questi centri e con istituti di ricerca all'estero” spiega in video, raccontando la sua esperienza. Giulia Pagliaroli ha vinto nel 2014 il premio SIGRAV (Società Italiana di Relatività Generale e Fisica della Gravitazione), riconoscimento assegnato ogni due anni - uno per “Gravità Classica e Quantistica” e uno per “Astrofisica, Cosmologia e Gravità Sperimentale”, a giovani scienziati italiani sotto i quarant’anni che abbiano dato contributi rilevanti alla Relatività Generale e Fisica della Gravitazione. Pagliaroli ha ottenuto il premio per la sua attività nell'ambito di “Astrofisica, Cosmologia e Gravità Sperimentale”.

Guarda il video



Condividi

    



Commenta L'Articolo