Una ragione per continuare nella notte pi¨ tragica e spaventosa della nostra vita...

Eccolo qui amore...eccolo il motivo che nella notte più tragica e spaventosa della nostra vita ci ha dato una ragione....un motivo per continuare ad andare avanti e ad avere la forza di superare insieme tanti momenti tristi...dopo ore ed ore di paura in una notte la cui storia apocalittica è ormai per sempre pietrificata dentro i cuori di tutti quanti noi abitanti di una città tanto bella ma al contempo tanto sfortunata....Soffro e sento dolore per persone a noi care perse in quella notte... e per tutte le altre vittime del terremoto a L'Aquila i cui volti compariranno alla vista....in ogni istante...momento
...in ogni dove...di tutti noi " sopravvissuti " . Siamo aquilani "cazzo "....e lo resteremo con onore e dignità per sempre. Fra qualche ora di 4 anni fa la nostra vita stava per cambiare per sempre....niente è più come era....ma niente più ci impedirà di andare avanti con coraggio per una città che ci ha dato tanto dolore ma che difenderemo comunque con il cuore!! Sta notte sarà difficile dormire....allora guarderò il dono che Dio ha voluto darci in quella notte e lo ringrazierò in ginocchio: grazie Dio per aver assistito noi e tutti quelli che ce l'hanno fatta....assisti ancora però le anime che non ci sono più e di loro che ci mancano...tanto!!! E poi grazie Dio, grazie se hai scelto noi per avere non uno ma due doni che sono ogni giorno la nostra aria nei polmoni....non so perché  hai scelto noi ma grazie per averci dato la possibilità di guardare ancora la vita con i nostri occhi!!! Grazie a te tesoro per la tua forza e il tuo coraggio con cui mi hai sostenuta quella notte!!! E poi ancora grazie piccola, amore e vita di mamma....grazie piccola per ciò che tu e il tuo fratellino ci date ogni giorno senza che voi ve ne rendiate nemmeno conto....vi amo tutti e tre...siete la mia vita!!! Ed ora però consentitemi....auguri piccola mia...auguri principessa....auguri SOFIA.

Anna Moscardi



Condividi

    



Commenta L'Articolo