Santo Stefano, caccia alle comparse per il film, si cercano persone dei paesi dell’Aquilano

 

 

Dal 12 al 20 ottobre si svolgeranno a Santo Stefano di Sessanio le riprese del film tv Rai “Piccoli segreti e grandi bugie” con la regia di Fabrizio Costa e prodotto dalla Pepito Produzioni. Si tratta di una commedia brillante in cui Luca, proprietario di un albergo diffuso, si innamora di Isa, giornalista che vive a Torino. Nel film, che andrà in onda in prima serata su Rai 1, si darà ampio risalto al territorio e alle tradizioni locali. Per le scene saranno necessarie circa cento comparse che dovranno figurare come turisti e abitanti del paese e per questo la produzione ha organizzato un casting che si svolgerà domani con orario 9,30-13 e 14,30-18,30 e domenica con orario 10,30-13 e 14-17 nella sala polifunzionale della scuola elementare “Leone” (sede comunale) in piazza Cristoforo Colombo a Santo Stefano di Sessanio. Potranno partecipare maggiorenni di ogni tipologia compresi anziani e in particolare anche persone di origine straniera (preferibilmente Nord ed Est Europa o Asia). L’impegno lavorativo potrà essere di una o più giornate a seconda delle esigenze della regia. Per alcune figurazioni speciali potrebbe essere d’aiuto la partecipazione di membri di compagnie teatrali amatoriali della zona. I candidati dovranno presentarsi con fotocopie ben leggibili del documento di identità e del codice fiscale, con inoltre indicato il codice Iban che servirà per il pagamento. Chi non avesse un proprio conto bancario può indicare quello di un congiunto specificando il nominativo dell’intestatario. Per gli stranieri è inoltre necessaria copia del permesso di soggiorno in corso di validità (fino al 20 ottobre) e concesso per motivi di lavoro. La retribuzione giornaliera delle comparse è di 86 euro lorde. La produzione auspica che la partecipazione al casting sia il più possibile ampia. Per un piccolo ruolo si cerca un’attrice di circa 70 anni e serve anche un trio musicale della zona. Per queste figure è possibile rivolgersi all’indirizzo mail [email protected]


 



Condividi

    



Commenta L'Articolo