Assergi e dintorni

MONUMENTI ALLA TERRA Dissodamenti - maceri - croci - combuste e desertificazione

                                                     MONUMENTI ALLA TERRA
(Dissodamento – maceri -  croci – combuste e desertificazione)

- di Giovanni Altobelli -

(Premessa). Intorno all’anno 1000 le popolazioni dell’Italia Centro-Meridionale costruirono nuove città e paesi. Anche nelle zone montuose vennero costruiti nuovi insediamenti rupestri, abitati dall’uomo insieme agli animali. Vennero costruite caverne e piccole ville, successivamente raggruppati in insediamenti umani che diedero vita ai paesi e al loro consolidamento.  La popolazione locale oltre ad abitare pensava anche a mantenere il ricovero bestiame. Ma come si presentava mille anni fa il comprensorio dove attualmente si trova Filetto dell’Aquila  e  dintorni?   E’ ovvio che il territorio   montuoso, appariva erboso e privo di boschi, arido e sassoso. La prima cosa che fecero gli antichi fu il cosiddetto “dissodamento”, ossia le zone erbose vennero dissodate sia quelle comode e fertili che altre più sassose e sterili. Una volta dissodate vennero rese coltivabili e seminate a grano, orzo,  segala,  granturco, lenticchie e patate. Nelle zone irrigue  “La Spogna - Fossauto-Fonte Vecchia”, venivano seminati fagioli, pomodori, insalate e varie.  A ogni campagnolo o bifolco  venivano assegnate le terre per la lavorazione dei campi e renderle fertili per sopravvivere alla fame. Nei secoli vennero fatte bonifiche ai terreni, modellando il territorio in piccoli fazzoletti di terra. Nel corso dei secoli i contadini ammucchiarono tanti sassi e pietre creando delle vere “macerine” come fossero dei veri “monumenti alla terra”  muri e muraglie in tutto il territorio di una bellezza straordinaria, ancora oggi si possono ammirare.  Questi mucchi di sassi e muri sono la testimonianza di un passato fatto di miseria e sacrifici.  Col passare dei secoli vennero  costruiti lunghi muri di contenimento in pietra, fra un terreno e l’altro e lungo le strade di campagna più importanti. I campagnoli costruivano anche capanne in pietra nei rispettivi fondi per ripararsi dalle intemperie e ricoverare anche gli attrezzi agricoli all’occorrenza.  Fin dall’origine i primi abitanti cominciarono a dare i primi toponimi alle località di campagna del territorio di Filetto a seconda della conformazione o come ritenevano  opportuno ed ognuna di esse aveva il proprio significato. Agli inizi del 1800 già nel territorio di Filetto erano stati battezzate oltre 150 località con toponimi di campagna, molti di essi prendevano il nome del possidente della zona. Gli antichi abitanti di Filetto pensarono anche alla limitazione dei confini con gli altri paesi vicini. Le persone più esperte e qualificate di ogni paese si misero d’accordo sulla perimetrazione,  affinchè non avvenissero sconfinamenti di terre e di bestiame. Vennero poste delle “Croci” e “Combuste” in pietra come punti di riferimento nelle varie alture, tutt’ora ne esistono  ancora.  Le cime delle montagne erano contrassegnate da una croce scolpita su una pietra.  Il territorio di Filetto di circa 60 Kmq per secoli è stato dissodato e coltivato con sistemi arcaici, ma dopo gli anni 60 arrivarono i moderni trattori e la terra venne lavorata abbastanza bene. Oggi nel terzo millennio è arrivata la “desertificazione” le terre assegnate e registrate catastalmente oltre un secolo fa,  sono tutte abbandonate a causa della diminuzione della popolazione e del mutamento climatico. Conclusioni. La terra è tornata incolta come era 1000 anni fa, non viene più coltivata dall’uomo ed è rimasta abbandonata a se stessa come una volta.

                  Collezione fotografica storica di Giovanni Altobelli

                                                 




 



Condividi

    



Commenta L'Articolo




Last Post

Coronavirus: Abruzzo, dati aggiornati al 6 luglio - Non ci sono nuovi casi rispetto a ieri

Image Sample In Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati 3309 casi positivi al Covid 19, diagnosticati dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, dall’Istituto Zooprofilattico di Teramo, dall’Università di Chieti e dal laborator...leggi tutto

Condividi



L'Aquila, dalle 18 alle 22, le note delle inconfondibili melodie del maestro Morricone

Image Sample Questa sera la città dell’Aquila, in onore del grande musicista, premio Oscar e cittadino onorario del capoluogo abruzzese, Ennio Morricone, venuto a mancare nelle scorse ore, suonerà le melodie che lo hanno reso celebre nel mondo. “La scomparsa di Ennio Morricone &egr...leggi tutto

Condividi



L'AQUILA PIANGE PER LA SCOMPARSA DEL MAESTRO ENNIO MORRICONE, CITTADINO ONORARIO

Image Sample - di Goffredo Palmerini   L’Aquila piange per la scomparsa del Maestro Ennio Morricone, deceduto nella notte in una clinica romana dove era stato qualche giorno fa ricoverato per la frattura del femore. Un comunicato della famiglia, che informa della morte del grande musicista ...leggi tutto

Condividi



Boom di presenze a Campo Imperatore e a Fonte Cerreto nel fine settimana

Image Sample Il trend di crescita degli arrivi a Campo Imperatore era in ascesa già da diversi giorni, ma in questo fine settimana c’è stato un vero e proprio boom di presenze che hanno messo a dura prova l’organizzazione del Centro Turistico Gran Sasso. Auto, camper e moto sono arri...leggi tutto

Condividi



Coronavirus, salgono a 7 i nuovi casi in Abruzzo

Image Sample Di nuovo in lieve aumento i dati relativi al Coronavirus in Abruzzo con nuovi casi in provincia di Pescara, L’Aquila e Chieti, ma nessun morto. In particolare in Abruzzo positivi a 3305 (+7), nessun decesso, 28 ricoverati (0 in terapia inntensiva), 2682 dimessi/guariti, attualmente positivi...leggi tutto

Condividi



Coronavirus, salgono a 7 i nuovi casi in Abruzzo

Image Sample Di nuovo in lieve aumento i dati relativi al Coronavirus in Abruzzo con nuovi casi in provincia di Pescara, L’Aquila e Chieti, ma nessun morto. In particolare in Abruzzo positivi a 3305 (+7), nessun decesso, 28 ricoverati (0 in terapia inntensiva), 2682 dimessi/guariti, attualmente positivi...leggi tutto

Condividi



Ingiurie, minacce ed aggressioni fisiche alla madre - Arrestato dalla polizia dell'Aquila

Image Sample Nei giorni scorsi la Squadra Volante della Questura di L’Aquila ha rintracciato ed arrestato un ragazzo chietino da tempo domiciliato a L’Aquila. Il ragazzo, responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia ai danni della propria madre, vessava frequentemente la donna con ingi...leggi tutto

Condividi



Trovato morto speleologo a Roccamorice, recuperata la salma

Image Sample È stato trovato morto il terzo speleologo coinvolto ieri nell'incidente nella grotta di Risorgiva a Roccamorice, alle pendici della Maiella, nel Pescarese. Il Soccorso Alpino e Speleologico ha estratto da poco la salma dalla grotta, non appena il livello dell'acqua ha permesso il r...leggi tutto

Condividi



Tenta di gettarsi dal balcone, salvato dall'intervento della Polizia

Image Sample Nei giorni scorsi la Volante della Questura di L’Aquila, durante una mirata attività di controllo del territorio al fine di contrastare fenomeni di degrado urbano, percorrendo via XX settembre all’altezza del Tribunale, notava una donna appoggiata sulla transenna divisoria del ...leggi tutto

Condividi



Coronavirus: allarme a Cagnano Amiterno - I dati dell'Asl provinciale

Image Sample “È importante avvertire la popolazione di Cagnano Amiterno che sono stati riscontrati 2 casi di contagio da coronavirus nel nostro territorio”. – Lo scrive il Sindaco Iside Di Martino - “Si tratta di due cittadini rientrati da poco in Italia. D'intesa con il dip...leggi tutto

Condividi



Archivio Post