IL PREMIER MARIO MONTI AI LNGS (CONFERENZA STAMPA)

"Il lavoro che sta svolgendo il governo Monti, con in prima linea il ministro Fabrizio Barca, evidenzia in modo chiaro la necessitÓ che in questa fase della ricostruzione si tirino le conclusioni di un proficuo e celere dibattito su cosa e come si vuole ricostruire e quali possano essere gli strumenti per il rilancio economico e sociale". Queste le parole del Commissario Chiodi a margine del convegno Abruzzo verso il 2030. "Dopo le straordinarie azioni - ha detto Chiodi - riconducibili alla prima fase della emergenza, il Governo, insieme con il Commissario, pu˛ fornire spunti e indirizzi sulla ricostruzione dei centri storici che si sta per avviare". "Pertanto - ha continuato - coloro i quali hanno la responsabilitÓ politica di disegnare il futuro dei propri borghi e della propria cittÓ, ossia i Sindaci e le parti sociali e produttive, ora devono accelerare per definire concretamente nei piani di ricostruzione i contenuti delle loro idee. ╚ arrivato il momento di lasciarsi alle spalle inutili diatribe sul senso dei piani e prendere atto della loro utilitÓ e necessitÓ per rendere ai cittadini il senso di come si vorranno le cittÓ tra dieci, quindici anni". "Sapevamo che il Gran Sasso Science Institute pu˛ rappresentare occasione unica per creare le necessarie condizioni per rilanciare i territori colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 e per tutto l'Abruzzo. Ho presentato al Presidente Monti un Abruzzo risanato, - ha detto Chiodi - pronto a concentrarsi ora sullo sviluppo e sugli investimenti.Tra i primi e pi¨ importanti quello sul GSSI, dove la Regione impiegherÓ 16 milioni di euro, a cui si aggiungeranno ulteriori 16 milioni del Governo nazionale". "Esprimo tutto il mio ringraziamento per l'impegno e la vicinanza che questo governo sta mostrando nei confronti della nostra regione e in particolare del cratere sismico. Un impegno di concretezza che ci vedrÓ impegnati nel medio e lungo termine. Molto Ŕ stato giÓ fatto grazie al sostegno del precedente governo nazionale e molto resta da fare. Le grandi idee e le relative scelte hanno bisogno della massima condivisione e di gambe per camminare". Lo ha detto il presidente della Regione Gianni Chiodi al termine del Forum Ocse ai laboratori dl Gran Sasso, rivolgendosi al presidente del Consiglio dei ministri, Mario Monti e al ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri. Infine, in segno di cordialitÓ e di collaborazione istituzionale, Chiodi ha voluto omaggiare il Premier Monti con la statuetta del "Guerriero di Capestrano", simbolo dell'Abruzzo.