Cuore e ricordi assergesi in Australia

Si è conclusa a Moorebank, in Australia, la terza mostra fotografica: “Assergi e Il Gran Sasso – Il paese e l’emigrazione”. L’evento è stato organizzato dall’associazione culturale “Assergi Racconta” nella sede australiana dell’associazione. Nella sessione d’oltreoceano inaugurata il 20 novembre, particolarmente attenzione è stata data al tema dell’emigrazione degli anni ‘50. Oltre ai tanti assergesi di oltreoceano, all’inaugurazione erano presenti i rappresentanti delle associazioni italiane di Liverpool e di Moorebank. Il presidente della Federazione Cattolica di Liverpool, Pino Coppola, si è congratulato per l’iniziativa con Antonio Giampaoli, Presidente dell’Associazione culturale “Assergi Racconta”, per aver portato in Australia un pezzo importante della loro terra ai tanti emigranti. Angelo Carrozzi, che vive in Australia da 55 anni, visibilmente commosso, si è complimentato con gli organizzatori per avergli fatto rivivere momenti della sua giovinezza vissuti nel paese natio. Oltre alle foto che sono state presentate ed hanno direttamente preso parte al concorso fotografico, sono state esposte numerose altre foto del borgo abruzzese. In particolare, hanno avuto un apprezzamento notevole le immagini relative all’emigrazione assergese, foto che testimoniano il flusso migratorio degli anni 50 e che sono state messe a disposizione dagli assergesi che vivono in Australia.
Si è trattato di un vero e proprio trionfo di natura e colori, di sguardi panoramici, di estratti di vita quotidiana di un paese che rimane tale indelebile nei ricordi, di ritratti di gente comune e di anziani,
fotogrammi di una vita contadina ormai quasi scomparsa definitivamente. Sembrava di avere una
cinepresa del tempo, con i particolari delle semplice vita familiare catturati come in una passeggiata per le strade, per le campagne, tra le vette del Gran Sasso.

Un momento particolarmente toccante dell’evento vissuto oltre-oceano è stato il ricordo di Toni Mosca, allenatore della squadra di calcio aborigena australiana; la mostra, infatti, ha visto la partecipazione della comunità aborigena di Sidney, proprio in ricordo del tecnico abruzzese prematuramente scomparso.

Anche in Australia sono state esposte le foto del concorso fotografico che, in Italia, ha dato origine a due mostre fotografiche precedenti, esposizioni che hanno riscosso un grande successo di pubblico e di critica. La prima mostra, organizzata in collaborazione con il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Laboratori Nazionali del Gran Sasso e con l’Amministrazione separata dei beni Usi Civici di Assergi, si è tenuta dal 16 al 18 Luglio 2010 nel chiostro di San Francesco, ad Assergi. L’inaugurazione dell’evento espositivo è avvenuta in concomitanza con il recital, in prima assoluta, “La via del Gran Sasso”, curato da Davide Cavuti: protagonisti Alessandro Haber e Franca Minnucci, con l’ensemble i Musici del Sirena. La seconda mostra fotografica, come sicuramente saprete, si è tenuta presso il “Centro Polifunzionale Insieme per Assergi” dal 12 al 15 Agosto 2010 ed è stata aperta in concomitanza con l’inaugurazione di questa nuova struttura, realizzata grazie al contributo di tanti assergesi che vivono fuori dal paese.


Guarda il video con le interviste

Condividi

    



Commenta L'Articolo



Categorie News

Cerca nel sito