Assergi

ALLA GROTTA DI SAN FRANCO INSIEME AD AQUILE E CAMOSCI

- di Giuseppe Lalli -

 

 

Nel quadro dei festeggiamenti dell’Assunta il 16 agosto 2019, tre giorni dopo l’immancabile gita all’Acqua di San Franco, si è svolta ad Assergi, come è tradizione da qualche anno a questa parte, un’escursione con meta la grotta di San Franco, il luogo dove, secondo la tradizione, il santo eremita del Gran Sasso trascorse i suoi ultimi quindici anni di vita e dove morì, la notte tra il 4 e il 5 giugno di un anno imprecisato tra il 1220 e il 1230. Si racconta che quella notte gli abitanti di Assergi furono svegliati dalle campane della chiesa, che suonarono a distesa, ad annunciare più una festa che una morte, mentre dalla grotta rifulgeva un grande straordinario chiarore.
Non lontana dal tragitto c’è un’altra grotta legata alla memoria del santo, più piccola, e accessibile solo con l’aiuto di una corda assicurata ad un gancio fissato nella roccia : quella dei Peschioli , località non lontana dalla stazione intermedia della funivia che porta a Campo Imperatore.
Quest’anno la piccola comitiva, composta di assergesi, residenti e non, si è arricchita della graditissima presenza di Nino Scipioni, nativo della vicina Camarda, noto e prestigioso imprenditore del capoluogo abruzzese ed infaticabile camminatore. Innamorato della nostra valle, ne conosce gli angoli più affascinanti, che descrive con affettuosa dovizia di particolari.
Il gruppo, diretto dall’assergese Leandro Giannangeli, guida esperta e simpatica, ha preso le mosse dal piazzale della stazione della funivia del Gran Sasso. Il percorso, lungo ed impervio, ha messo a dura prova i polpacci, ma la fatica non ha spento il clima festoso dell’ascensione. Una breve sosta a metà cammino per un piccolo panino e un sorso d’acqua, e su..su fino all’affascinante spelonca, lunga e stretta,  poco distante dai rilievi rocciosi di Pizzo Cefalone. La fatica è stata ripagata, lungo tutto il tragitto, da una vista mozzafiato. Poco sotto, un piccolo mare di verde, quello del bosco di Macchia grande ; più in basso, dove la campagna si confonde con la valle, il borgo di Assergi, con le sue case in pendìo e le sue antiche mura di cinta da poco restaurate: uno spettacolo che lo sguardo accarezza a lungo, insieme al verde della ridente valle del Raiale, che da lassù appare ancor più dolce e piena di magìa. Viene da pensare che questi uomini di Dio erano anche dei grandi esteti.
Franco, nativo di Roio, monaco fin da giovane nel convento  benedettino di Lucoli, sentendo nel suo cuore una chiamata più radicale, assetato di solitudine, e rivestito del solo nudo Vangelo, non aveva esitato a prendere congedo dai suoi confratelli, e aveva girovagato a lungo nelle montagne circostanti prima di stabilirsi negli orridi e irraggiungibili anfratti del Gran Sasso.
La mente stenta a credere, alle sole viste umane, come l’anacoreta abbia potuto vivere da solo in questa grotta angusta e umida, considerati i rigidi inverni delle nostre montagne. Forse un altro prodigio, in aggiunta ai tanti attribuiti al santo in vita e dopo la morte.  E’ lecito ipotizzare, comunque, che l’eremita, di tanto in tanto, scendesse per ascoltare la messa, e accettasse volentieri, al ritorno, di dare consigli a chi gliene chiedesse : ai pastori, che volentieri avranno ricambiato con del buon pecorino o con un pezzo di carne appena arrostita ; e ai suoi confratelli del convento di Assergi, che forse gli davano ricetto nei periodi invernali più rigidi.
Del resto, era destino dei solitari dello spirito – sarà così anche per Pietro Celestino – che più si ritraessero dalla vita associata e più la gente li cercasse. San Franco, come l’eremita del Morrone portatore sano di una lucida follia che quasi gli invidiamo, ha molto da dire a noi uomini moderni, equilibrati e insani, che spesso ci scopriamo soli e sperduti anche nelle piazze più affollate.
In questi luoghi di silenzio, lontano dal fragore della quotidianità, l’anima è più disposta a cantare. Per pochi minuti, mentre una coppia di aquile reali che ci aveva accompagnato lungo tutto il tragitto volteggiava nel cielo terso e un superbo camoscio si affacciava incuriosito sopra una roccia, ci siamo raccolti per recitare una preghiera molto bella (di seguito trascritta), riprodotta ed incorniciata in un rudimentale quadretto consunto dai venti e dalle piogge : parole inusitate, di un’altra grammatica, di un altro mondo.
Poco dopo è iniziata la discesa, che ha richiesto pari impegno della salita, con la guida alpina a sorvegliare i passi di ciascuno, come fa un buon cane pastore abruzzese con le pecore che gli sono state affidate.

PREGHIERA A SAN FRANCO

O San Franco d’Assergi,
eroico eremita del Gran Sasso !
Tu lasciasti tutto nel modo,
per ritrovare tutto in Dio.
Ti allontanasti dagli uomini
per avvicinarti al Signore.
Rinunciasti alla terra
per acquistare il Cielo.
Sulle cime dei monti,
immensi altari della natura,
offristi al Creatore l’omaggio
della tua vita innocente
e penitente: pura come il cielo,
vergine come l’acqua che sgorgò,
per tua preghiera, dalla roccia;
dura come i denti del lupo
che ammansisti,
difficile come i dirupi impervi
che praticasti.
Oh, la bellezza della tua
vita solitaria, nascosta
con Cristo, in Dio.
O caro Santo, noi siamo ancora
troppo legati alla terra:
Ottienici dal Signore
il distacco dalle cose,
e avviaci per il sentiero
delle vette dello spirito:
Fa’ che non abbiamo paura
di salire.
Salire di virtù in virtù.
Dacci coraggio: tu fosti scalatore !
Tu sei una guida ! Facci trovare
le fresche sorgenti della Grazia,
che sono i Sacramenti:
con Cristo nell’anima
raggiungeremo la meta del Cielo.
Verremo con te: vedremo il Signore :
godremo per sempre.
Amen.



 



Condividi

    



Commenta L'Articolo




Last Post

Giochi luce a collemaggio il giorno dell'Assunta

Image Sample Teleobiettivi, macchinette fotografiche e, soprattutto, tanti cellulari a immortalare l’attimo e l’attesa di oltre un anno è stata premiata. A differenza del Ferragosto 2018 le nuvole all’improvviso ieri l’altro non sono apparse e non hanno offuscato i giochi di luc...leggi tutto

Condividi


    

ASSERGI, PROGRAMMA FESTIVITA DI AGOSTO 2019

Image Sample PROGRAMMA FESTIVITA DI AGOSTO 2019 13 AGOSTO:  Ore 11.00 – Celebrazione della Santa Messa nella chiesetta presso “ l’Acqua di San Franco”; Ore 16.00 – Apertura delle Festività con spari pirotecnici; Ore 21.00 –Il Comitato feste di...leggi tutto

Condividi


    

Assergi, Piazza Carrozzi

Image Sample Piazzetta Carrozzi ad Assergi, location straordinaria per una mostra di ricordi da visitare in questi giorni di festa. Promotore dell’iniziativa Vincenzo Zenobi, un’artista schivo, molto riservato, che ama starsene in ombra. Vincenzo vive ad Assergi, e lavora nella sua bottega artigia...leggi tutto

Condividi


    

Il 16 Agosto Pellegrinaggio alla Grotta di San Franco e in serata Toro allo spiedo

Image Sample Domani 16 Agosto, tradizionale pellegrinaggio alla grotta ed all’eremo di San Franco con ritrovo di tutti i partecipanti presso il piazzale a Fonte Cerreto alle 7:30. Il percorso di montagna è di livello impegnativo, tutti i partecipanti sono invitati a dotarsi di idoneo ed adeguato ...leggi tutto

Condividi


    

Sabato a Fonte Cerreto inaugurazione della Targa in onore di San Giovanni Paolo II

Image Sample Nell’ambito delle attività di promozione sociale, culturale e turistico-religiose l'Associazione Culturale San Pietro della Ienca, a seguito di un rinvenimento fotografico su un sito internet, avvenuto alcuni anni orsono, di una foto del 1962 riproducente l’allora Vescovo A...leggi tutto

Condividi


    

Sabato a Fonte Cerreto inaugurazione della Targa in onore di San Giovanni Paolo II

Image Sample Nell’ambito delle attività di promozione sociale, culturale e turistico-religiose l'Associazione Culturale San Pietro della Ienca, a seguito di un rinvenimento fotografico su un sito internet, avvenuto alcuni anni orsono, di una foto del 1962 riproducente l’allora Vescovo A...leggi tutto

Condividi


    

La comunità di Assergi piange la scomparsa di Angelo Giusti emigrato in Francia

Image Sample In Francia è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari all'età di 80 anni Angelo GIUSTI (Foto). Ne danno il triste annuncio la moglie Vincenzina Giacobbe, i figli Angel e Jacqueline, i nipoti ed i parenti tutti. Una messa per ricordalo si svolgerà  nella Chiesa ...leggi tutto

Condividi


    

Tradizionale pellegrinaggio all'Acqua di San Franco - Acqua abbondante rispetto allo scorso anno

Image Sample Come ogni anno il 13 Agosto si è ripetuto il tradizionale pellegrinaggio all’Acqua di San Franco. Numerosi pellegrini si sono arrampicati attraverso i sentieri per raggiungere il Santuario, qualcuno lo ha raggiunto con la bici.     La S. Messa è stata ce...leggi tutto

Condividi


    

Terminnati i lavori di rimozione delle casette di Fonte Cerreto

Image Sample Sono terminati i lavori di rimozione delle casette di legno a Fonte Cerreto. Dopo 10 anni abbandono, sporcizia, incuria e degrado lasciano spazio all’attenzione, alla pulizia ed al decoro che il biglietto da visita del nostro Gran Sasso merita! È stata ripristinata la barriera in leg...leggi tutto

Condividi


    

Roberta Legnini & Franco festeggiano sul Gran Sasso il loro matrimonio

Image Sample Un pranzo di matrimonio a quasi 2.000 metri d'altitudine. È quello che hanno organizzato due giovani, non aquilani ma innamoratissimi del capoluogo d'Abruzzo e delle sue bellezze naturali. I due ragazzi, Roberta (figlia dell'ex comandante della stazione carabinieri di Assergi G...leggi tutto

Condividi


    

Archivio Post