Tg1 Persone del 15 maggio 2012-La scienza Ŕ donna?

Piu' di 5 dottori di ricerca sono donne in Italia e nei laboratori lavorano non meno di 3 figure femminili su 10. Ma quante sono le donne alle quali vengono affidati i destini delle istituzioni scientifiche? Molte di meno che nel resto d'Europa: appena 2, contro 8 dirigenti maschi. "Nel mondo della ricerca non c'e' una prevenzione evidente, palese nei nostri confronti" -dice Lucia Votano, direttrice dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso. Niente di clamoroso, dunque, ma le difficolta' sono tante, come spiega la stessa Rita Levi Montalcini, decana della scienza italiana e Premio Nobel 1986 per la medicina: "L'impegno nella ricerca entra spesso in contrasto con le altre peculiarita' femminili e gli aiuti della societa' sono decisamente limitati." Ma che qualita' deve avere una donna che aspiri a dirigere un laboratorio, un centro, un ente? "Deve essere qualificata dal punto di vista scientifico e conoscere perfettamente la materia che andra' ad amministrare" -afferma Lucia Votano. "Va detto poi che la funzione dirigenziale e' provvisoria: chi amministra le attivita' di ricerca e' prestato alle funzioni organizzative, prima o poi tornera' alla sua specifica sfida." Un' ultima notazione sulle retribuzioni: sembra che in Italia la media degli stipendi femminili in questo settore sia piu' bassa rispetto a quella dell'altro sesso.